FOX

Bonelli annuncia la serie TV di Dylan Dog (prodotta da James Wan)

di - | aggiornato

Il progetto si svilupperà come una serie live-action in 10 episodi girata in lingua inglese e a collaborare con Sergio Bonelli Editore sarà James Wan con la sua società Atomic Monster: ecco tutti i dettagli.

La copertina dell'albo di Dylan Dog Il fantasma di Anna Never Sergio Bonelli Editore

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dylan Dog, il personaggio dei fumetti creato più di trent'anni fa da Tiziano Sclavi, sbarca sul piccolo schermo. Sergio Bonelli Editore ha annunciato l'arrivo di una serie TV in lingua inglese dedicata all'indagatore dell'incubo che ha cambiato la storia del fumetto italiano.

Di questa serie TV internazionale se ne parla da tempo. Ora è ufficiale: al fianco della casa editrice ci sarà un regista particolarmente abile a miscelare orrore e ironia, surreale e grottesco, ovvero James Wan. La sua Atomic Monster lavorerà con Bonelli Entertainment a questa serie live-action in 10 episodi, che vedrà Dylan Dog (e si spera anche Groucho) alle prese con mostri, fantasmi, vampiri, lupi mannari e zombie.

Wan, regista di horror come Saw - L'enigmista, Insidious e L'evocazione - The Conjuring, con la sua factory ha imposto un nuovo modello produttivo nel genere, che sembra adattarsi bene al cult del fumetto italiano. Atomic Monster ha già portato in TV serie la Swamp Thing per DC Universe.

Un primo piano di James WanHDGetty Images
James Wan

Passato anche per blockbuster e cinecomics (ha diretto Fast & Furious 7 e Aquaman), il regista si è dichiarato un grande fan di uno dei fumetti italiani più venduti.

Dylan Dog è uno dei miei fumetti preferiti di sempre. Sono stato iniziato per la prima volta alle storie dell'Indagatore dell'Incubo al liceo, dai miei amici europei. Anche se in quel momento non ho capito il testo a causa della lingua, ho facilmente ricostruito la storia attraverso i bellissimi disegni e i riferimenti al genere horror. Sono emozionato all'idea di collaborare con Sergio Bonelli Editore per portare tutto questo sullo schermo.

Wan sarà produttore esecutivo con il collega Michael Clear per Atomic Monster, con la supervisione di Rob Hackett. Gli altri produttori esecutivi saranno Vincenzo Sarno (Bonelli) e Giovanni Cova (QMI), con la supervisione di Michele Masiero e Simone Airoldi.

Davide Bonelli ha espresso soddisfazione per questo ambizioso progetto.

James Wan e Atomic Monster sono maestri del genere horror e hanno una profonda sensibilità circa il modo migliore di adattare i fumetti allo schermo. Siamo entusiasti del fatto che una squadra come questa sia al lavoro su uno dei nostri personaggi più importanti.

Sullo schermo Dylan Dog non ha mai avuto fortuna. Seppur sotto altre vesti, ha fatto la sua prima apparizione nel 1994 incarnato da Rupert Everett in Dellamorte Dellamore di Michele Soavi, basato sull'omonimo romanzo di Tiziano Sclavi. Claudio Villa, su indicazione di Sclavi, si ispirò proprio alla performance dell'attore britannico nel film Another Country per disegnarlo.

Quel film diventato col tempo un cult è stata la prima volta del cupo Old Boy sullo schermo. Successivamente sono arrivati numerosi fan movie (il più celebre tra i quali è Vittima degli eventi, realizzato nel 2014 da Claudio Di Biagio e Luca Vecchi dei Pills, autoprodotto con due fortunate campagne di crowdfunding e disponibile su YouTube) e Dylan Dog - Il film, diretto nel 2010 da Kevin Munroe con Brandon Routh nei panni del protagonista, stroncato da critica e pubblico.

Un primo piano di Brandon Routh nel film Dylan Dog: Dead of NightHDMoviemax / Freestyle Releasing
Brandon Routh

Che con la serie TV affidata a James Wan sia finalmente la volta buona?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.