FOX

Robert De Niro: la (ex) dipendente del binge watching di Friends fa causa all'attore per 12 milioni di dollari

di - | aggiornato

La dipendente di Robert De Niro licenziata per binge watching estremo di Friends (e altre accuse) ha fatto causa all'attore, ribaltando la prospettiva e raccontando una lunga storia di discriminazione e molestie.

Robert De Niro a un evento pubblico Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Colpo di scena (ma forse no) nel caso della dipendente di Robert De Niro licenziata per binge watching estremo di Friends (insieme a una presunta serie di altri comportamenti lesivi per la società). Due mesi dopo essere stata portata in tribunale dall'attore, Graham Chase Robinson ha risposto facendogli causa per 12 milioni di dollari.

Come scrive E! News, la ex vice presidente delle attività produttive e finanziare di Canal Productions ha accusato il 2 volte premio Oscar di prolungati comportamenti inappropriati nei suoi confronti. Stando alla documentazione prodotta dall'avvocato della donna, la star avrebbe sottoposto la sua assistita ad "anni di discriminazione e molestie di genere":

Robert De Niro e il suo alter ego aziendale, Canal Productions, hanno sottoposto la loro dipendente di lunga data, Graham Chase Robinson, a un ambiente di lavoro ostile, con contatto fisico indesiderato, commenti a carattere sessuale, abusi verbali e stereotipi di genere.

Robert De Niro a un evento pubblicoGetty Images
È guerra tra Robert De Niro e l'ex dipendente Graham Chase Robinson

Secondo quello che riporta E! News, la donna avrebbe subito un pesante fuoco continuo di insulti e umiliazioni.

L'attore si sarebbe rivolto alla signora Robinson chiamandola "p******" e "ragazzina viziata", si sarebbe presentato da lei ubriaco e l'avrebbe "insultata, sgridata aspramente, maltratta e presa a male parole", avrebbe scherzato in modo volgare sulla propria prescrizione per il Viagra, le avrebbe chiesto di grattargli la schiena e annodargli la cravatta e le avrebbe suggerito di rimanere incinta utilizzando lo sperma di un collega sposato. Ma non solo.

Il due volte premio Oscar avrebbe urinato durante le telefonate con lei, si sarebbe presentato ai loro incontri in pigiama e in accappatoio, le avrebbe chiesto di andare in camera a svegliarlo e di incontrarsi - loro due da soli - in appartamenti vuoti e in stanze d'albergo.

De Niro avrebbe anche obbligato l'ex dipendente a riordinare la sua biancheria intima e i suoi vestiti, a lavare le sue lenzuola, pulire il suo appartamento e scegliere i regali per i suoi figli:

Trattava la signora Robinson come la sua 'moglie da ufficio', assegnandole compiti stereotipatamente femminili come i lavori domestici e obbligandola a essere sempre disponibile. La sottopagava perché non era un uomo e un padre di famiglia e non le riconosceva gli straordinari, anche se lavorava a lungo duramente.

Come prova dello sfruttamento e degli abusi della star nei confronti della donna, l'accusa ha reso pubblico un audio in cui De Niro aggredisce verbalmente e offende pesantemente l'ex dipendente, per non avere risposto a una sua telefonata.

L'attore vomita sulla signora Robinson un fiotto di insulti, minacciando di licenziarla e di non osare di mancargli di rispetto, dicendole di andare a farsi f****** e accusandola di essere una "f******, disgustosa, ragazzina viziata" (potete sentire tutto nella registrazione qui sotto):

Secondo l'accusa, il due volte premio Oscar avrebbe deciso di fare causa alla ex vice presidente delle attività produttive e finanziare di Canal Productions come atto di ritorsione.

A quanto pare, la donna si stava preparando a portare in tribunale De Niro per gli abusi subiti e l'attore avrebbe reagito attaccando per primo e distruggendo la sua reputazione e la sua credibilità:

Il trattamento riservato da Robert De Niro alla signora Robinson è stato inappropriato, umiliante, offensivo e intollerabile e deve rispondere delle sue responsabilità.

Ma per l'avvocato della star de Il padrino - Parte II e Toro scatenato si tratta di una ricostruzione e di dichiarazioni fuori da ogni logica:

Le accuse mosse da Graham Chase Robinson a Robert De Niro sono al di là dell'assurdo.

Dove sta la verità? La sensazione è che la battaglia legale tra Graham Chase Robinson e Robert De Niro sia appena iniziata e che andrà avanti senza esclusione di colpi.

Restate sintonizzati, se volete conoscere tutti gli aggiornamenti.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.