FOX

George R. R. Martin sul prequel di Game of Thrones con i Targaryen: ci saranno i draghi

di - | aggiornato

Dopo la fuga di notizie dei giorni scorsi, che ha rivelato l'indiscrezione di un ulteriore prequel di Game of Thrones – questa volta dedicato alle vicende dei Targaryen – lo scrittore George R. R. Martin ha voluto commentare sul suo blog ufficiale.

Rhaegal e Drogon, due dei draghi di Daenerys Targaryen in Game of Thrones HBO

49 condivisioni 0 commenti

Condividi

La notizia, nei giorni scorsi, di un nuovo prequel di Game of Thrones oltre a quello già in lavorazione, dedicato però alla dinastia dei Targaryen, ha fatto battere il cuore a tutti i fan di Daenerys e della stirpe del Drago. Le indiscrezioni hanno fatto rapidamente il giro del mondo, al punto che lo scrittore George R. R. Martin ha deciso di fornire un commento ufficiale sul suo blog personale.

Sì, ci saranno i draghi nell'eventuale prequel

Dopo aver affermato di non poter dire molto perché le informazioni sono ancora sotto stretto riserbo, George R. R. Martin ha gettato un po' di benzina sul fuoco (è il caso di dirlo) del prossimo prequel dedicato alle vicende di Westeros ed Essos.

Lo scrittore ha spiegato di non avere la possibilità né di smentire né di confermare le notizie arrivate, ma ha fatto sapere che le informazioni che stanno circolando in questi giorni riguardano, in effetti, un ulteriore prequel di Game of Thrones a cui si sta pensando, e che sarà "basato su uno dei miei libri".

Un primo piano di George R. R. MartinHDGetty Images
Lo scrittore George R. R. Martin, autore di Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, i romanzi da cui è nato Game of Thrones

Il libro, continua il post di George R. R. Martin, è indicato come Fuoco e Sangue, la recente uscita dello scrittore che si concentra interamente sul narrare le vicende della casa Targaryen, trecento anni prima dei fatti di Game of Thrones.

Martin snocciola poi (finalmente) qualche piccolo dettaglio sulla serie TV in progettazione, affermando di non poterne rendere pubblico il titolo – nonostante sia stato già deciso:

Abbiamo già una sceneggiatura e una 'bibbia' ed entrambe sono pazzesche ed entusiasmanti. Sono firmate da Ryan Condal.

Confermato, quindi, il nome dello showrunner che era stato svelato nelle precedenti indiscrezioni. Secondo Martin, Condal:

È un narratore incredibile, oltre che un grandissimo fan di Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, di Dunk & Egg e, in generale, dei fatti di Westeros. È stato meraviglioso lavorare con lui e, se i Sette Dei e HBO saranno gentili, spero di poter continuare a lavorare con lui nei prossimi anni per questo nuovo show, il cui titolo è... Ops. Mi era quasi sfuggito. Non posso ancora dirvelo.

Harry Lloyd ed Emilia Clarke in Game of ThronesHDHBO
Viserys e Daenerys, gli ultimi due Targaryen secondo la prima stagione di Game of Thrones

C'è una cosa, però, che George R. R. Martin può dirci, e che renderà felici i fan dei Targaryen:

Posso dirvi che ci saranno i draghi, lo posso fare. Lo hanno già detto tutti, perché non dovrei poterlo dire anche io?

Ancora niente di ufficiale per il prequel sui Targaryen

Frenando i possibili entusiasmi dei fan, però, George R. R. Martin precisa a più riprese che, almeno per il momento, HBO non ha ancora richiesto la produzione di un episodio pilota. Significa che il progetto del prequel a tema Targaryen non è stato ancora approvato ufficialmente (e che potrebbe anche non arrivare mai alla realizzazione). Al momento, insomma, è un'idea concreta firmata da Ryan Condal, ma per Martin le notizie che parlano di una imminente conferma per un episodio pilota sono ancora premature.

Emilia Clarke è Daenerys Targaryen in Game of ThronesHDHBO
Daenerys Targaryen sul trono di Roccia del Drago, storica roccaforte dei Targaryen: i fatti del prequel dovrebbero essere ambientati trecento anni prima della Madre dei Draghi

Lo scrittore ha spiegato, sul suo blog:

Quello che voglio precisare è che dire che 'ci si sta avvicinando alla commissione di un episodio pilota' non significa 'è stato commissionato un episodio pilota'. Penso sia tutto entusiasmante, incoraggiante, ma non andiamo troppo di fretta. Quando HBO ci darà davvero il suo benestare e chiederà l'episodio pilota, allora mi sentirete urlarlo da ogni dove. Se dovesse ordinare una stagione intera, allora urlerò perfino più forte. Ma, per ora, vedremo. Al momento i segnali sono positivi, ma non c'è nulla di confermato.

Martin ne ha approfittato anche per sottolineare che l'eventuale conferma della serie sui Targaryen non significherebbe che sia stato bocciato il prequel di cui è stato già girato l'episodio pilota.

Secondo lo scrittore, "ci sono almeno otto miliardi di storie" che possono essere raccontate, che riguardano "Westeros, Essos, Sothoryos e le lande al di là del Sunset Sea". E su queste ultime, come sappiamo, qualcuno aveva sperato in uno spin-off dedicato alle avventure di Arya Stark – sul quale HBO si è espressa contrariamente.

Fuoco e Sangue, il primo libro di George R. R. Martin dedicato ai TargaryenMondadori

Di sicuro, sarà possibile ingannare l'attesa per le novità sul prequel dedicato ai Targaryen (che essendo ambientato trecento anni prima della Guerra dei Cinque Re sarà anche molto più vicino a Jon Snow di Bloodmoon, che si svolge ben 5mila anni prima) leggendo Fuoco e Sangue, disponibile anche in Italia.

Oltretutto, i fan sono ancora in paziente attesa anche per The Winds of Winter, il sesto e penultimo volume delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Che George R. R. Martin stia davvero tentando di consegnarsi alla Nuova Zelanda?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.