FOX

El Camino: le novità sul film direttamente da Aaron Paul e Vince Gilligan

di - | aggiornato

Il regista e il protagonista principale del film di Breaking Bad fanno luce su alcuni aspetti della pellicola, rimasta all'oscuro di stampa e appassionati per molto tempo.

Jesse Pinkman, personaggio di Breaking Bad AMC

50 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il prossimo 11 ottobre è la data che tutti i fan di Breaking Bad aspettano con ansia. El Camino: Il Film di Breaking Bad, arriverà infatti su Netflix e promette di far luce sul destino di Jesse Pinkman. Il personaggio interpretato da Aaron Paul, la cui storia è stata riassunta in un secondo trailer, tornerà dunque su schermo, diretto dalle sapienti mani di Vince Gilligan.

E proprio l’attore e il regista di questo prossimo film hanno concesso una lunga intervista a The Hollywood Reporter nella quale si scoprono numerosi retroscena relativi alla pellicola, rimasta nel segreto più totale fino all’annuncio di fine agosto. Riguardo all’assoluto riserbo mantenuto sul progetto, Gilligan ha voluto riassumere il tutto con una battuta:

Non voglio aprire il mio regalo di Natale una settimana e mezzo prima di Natale.

In altre parole, il regista ha svelato che per mantenere la massima segretezza possibile sul progetto, l’intero gruppo di lavoro è stato tenuto all’oscuro della sceneggiatura fino all’ultimo momento utile. Un membro chiave del cast, inoltre, utilizzava un aereo privato per entrare e uscire da Albuquerque (location scelta per girare il film) senza dare nell’occhio.

Ne è uscita così una pellicola che durerà circa due ore, e che sarà protagonista il prossimo 22 settembre di un nuovo trailer, che sarà proiettato durante la cerimonia di premiazione degli Emmy.

Jesse Pinkman, protagonista di Breaking BadHDAMC

Ritorni illustri e rischi da correre

Nonostante l’avversione agli spoiler, Gilligan ha sottolineato che El Camino: Il film di Breaking Bad includerà oltre 10 personaggi già visti in Breaking Bad. Capire quali siano tutte le figure coinvolte è impresa complicata, anche se il primo trailer del film ha già fatto intendere che Skinny Pete (Charles Baker) sarà della partita. Anche Badger, amico di Jesse, dovrebbe far parte della storia.

Il regista è anche ben cosciente che proporre nuovamente le atmosfere di Breaking Bad, a sei anni di distanza dalla fine dello show, è un rischio piuttosto evidente. Anche perché i fan di vecchia data di Walter White e compagnia possono comunque rifarsi con Better Call Saul, lo spin-off che nel 2020 sarà protagonista con la quinta stagione. Gilligan, a questo proposito, ha spiegato:

Spero che quando il film uscirà, la gente non sarà lì a dire: ‘Oh, avrebbero dovuto lasciare Jesse per i fatti suoi'.

Il regista ha fatto luce sul percorso che lo ha portato alla creazione della trama che farà da sfondo a El Camino: Il film di Breaking Bad. Si scopre così che l’idea di indugiare sulla storia di Jesse era iniziata a balenare nella mente di Gilligan ancora prima di terminare Breaking Bad:

Non l’ho detto a nessuno perché non ero sicuro di volerci fare qualcosa. Poi ho iniziato a chiedermi: ‘Cos’è successo a Jesse?’ Alla fine della serie lo vedi fuggire in auto. E, nella mia mente, andava incontro a un finale felice. Poi però gli anni passavano, e pensavo: ‘Quel finale – chiamiamolo solo finale, né felice, né triste – com’era?’

Nel 2018, mentre venivano pianificate le celebrazioni per il decimo anniversario dell’inizio di Breaking Bad, Gilligan inizia a esporre le sue idee ai suoi collaboratori più stretti. Tra questi c’era Melissa Bernstein, che a proposito di questo episodio ha commentato:

Ha cominciato a far viaggiare la mente su questo soggetto e, mentre lo faceva, iniziava a realizzare: ‘Ho ancora molto da dire su questa storia’.

Il primo impatto con i dirigenti di Sony Pictures Television, invece, è stato piuttosto diverso. Chris Parnel, co-presidente della compagnia, ha svelato:

Siamo rimasti tutti in silenzio. È stato uno di quei momenti dove pensi: ‘Ho sentito bene? È qualcosa che vogliamo fare davvero?

Vince Gilligan, regista americanoHDGettyImages

Un film per gli appassionati di Breaking Bad

El Camino riprende la storia di Jesse dal finale di Breaking Bad. Anche per questo, Gilligan assicura che il film sarà ricco di dettagli che stuzzicheranno i fan più accaniti. Sono proprio loro, gli appassionati, che rappresentano il vero pubblico a cui si rivolge l’opera. Il regista spiega anche che chi non è mai stato attratto dalle avventure di Walt e Jesse, probabilmente non troverà motivi validi per farlo con El Camino: Il film di Breaking Bad:

Se, dopo 12 anni, non hai ancora guardato Breaking Bad, probabilmente non inizierai adesso. Ma se lo fai, spero che questo film possa emozionarti come ha fatto la serie TV. Sono piuttosto sicuro però che non te lo godrai a fondo. Non rallenteremo la storia per spiegare cose a chi non ha mai visto Breaking Bad. In un primo momento avevo pensato: ‘Forse c’è un modo per spiegare alcune cose al pubblico’. Ma se c’era, non sono riuscito a trovarlo.

Scendendo su un piano squisitamente tecnico, il film di Breaking Bad è stato girato in formato 2.39 wide-screen con cinepresa ARRI Alexa 65, le stessa utilizzata per The Revenant. Un’attrezzatura fortemente voluta da Gilligan, che spiega di essersi trovato a suo agio alla guida di un progetto cinematografico:

È stato il mio primo film da regista e, devo confessarlo, ne voglio fare ancora.

Yeah, science! Bentornato Jesse

Tornare a recitare nei panni di Jesse Pinkman, per Aaron Paul, è stata un’esperienza imprevista. Riuscire a interpretare un personaggio di questo tipo, per l’attore che sarà protagonista anche nella terza stagione di Westworld, non è stato certo facile:

I primi due anni sono stati una vera tortura. Spesso, dopo aver passato tutto il giorno sul set, mi ritrovavo nei vicoli scuri di Albuquerque, New Mexico, alle tre del mattino, solo per riuscire ad avere più informazioni su quel mondo, e non era una cosa bella. Non volevo rovinare tutto, volevo rimanere nel personaggio, ma ho imparato da Bryan [Cranston, l’attore che interpretava Walter White, n.d.r.] che è giusto scrollarsi di dosso il proprio personaggio e ritagliarsi tempo per se stessi.

Alla fine, Paul ha imparato ad amare Jesse:

Ho veramente amato Jesse. Lo conoscevo meglio di chiunque altro, ma devo dire che dopo aver finito le riprese mi sono tolto un grosso peso. Pensavo fosse un addio, e non mi dispiaceva.

Nel 2018, mentre era a New York per girare The Path, l’attore fu contattato da Gilligan. L’argomento della discussione fu – come prevedibile – il film di Breaking Bad:

Sono come qualsiasi altra persona su questo pianeta. Penso che Vince e gli altri sceneggiatori abbiano fatto un lavoro fantastico con il finale di Breaking Bad. Perché mettersi a incasinarlo? Ma stiamo parlando di Vince Gilligan. Lo seguirei anche tra le fiamme. Mi fido a tal punto di lui. Farei qualsiasi cosa per lui.

Alcuni mesi dopo quella telefonata, Paul si aggirava di nuovo nei vicoli bui di Albuquerque. Tornare nei panni di Jesse, questa volta, è stato piuttosto semplice:

È stato facile per me ritornare a essere Jesse su un piano emotivo e mentale, perché ho vissuto tutto quello che lui ha dovuto sopportare e, onestamente, penso che una parte di me abbia sopportato le stesse cose.

Aaron Paul, attore statunitenseHDGettyImages

Una lunga carriera alle spalle

Anche Gilligan, in un certo senso, è cresciuto vivendo le vicende di Breaking Bad, opera che ha segnato la sua vita negli ultimi 11 anni:

Sono circa 25, 30 anni più vecchio rispetto a quando ho cominciato a fare questo mestiere. Sono un po’ stanco. Voglio dire, la cosa che più mi ha entusiasmato di questo progetto era che si trattava di un film, una storia di circa due ore con una sua conclusione. Dovessi iniziare ora tutto dall’inizio, non sono sicuro che avrei lo stomaco per far fronte a tutte le lotte e il dispendio di energia richiesto.

Nel futuro di Gilligan, però, non c’è ancora la pensione. Il regista svela di essere pronto a girare un altro show dopo la conclusione di Better Call Saul. Il progetto, però, potrebbe essere diverso dai precedenti:

Personalmente, mi piacerebbe fare qualcosa di diverso, che a questo punto vorrebbe dire, per carità, non parlare di un altro antieroe. Ma devo dirvelo: è molto più difficile rendere interessante un personaggio buono che uno cattivo.

El Camino: Il film di Breaking Bad (2019)

Data uscita in Italia: 11 ottobre 2019
  • Titolo originale: El Camino: A Breaking Bad Movie

  • Genere: Drammatico

  • Nazione: Stati Uniti d'America

  • Regista: Vince Gilligan

  • Cast: Aaron Paul, Charles Baker

Vale la pena ricordare ancora una volta che El Camino: Il Film di Breaking Bad arriverà su Netflix il prossimo 11 ottobre. Il 22 settembre verrà pubblicato un nuovo trailer, che farà ancora più luce sul futuro di un Jesse che appare sempre più tormentato, e preda dei fantasmi del passato.

Siete in attesa del Breaking Bad, o pensate che continuare la storia di Jesse sia stata una mossa troppo rischiosa?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.