FoxCrime

Chernobyl, Free Solo, Game of Thrones: i grandi vincitori dei Creative Arts Emmy Awards 2019

di - | aggiornato

Game of Thrones, Chernobyl e Free Solo sono tra i grandi vincitori dei Creative Arts Emmy Awards 2019. Una (seria) ipoteca sul successo ai Primetime Emmy Awards del 23 settembre?

La produzione di GoT ai Creative Arts Emmy Awards 2019 Getty Images

5 condivisioni 0 commenti

Condividi

In attesa dell'evento del prossimo weekend, il 14 e 15 settembre, al Microsoft Theater di Los Angeles, sono stati assegnati i Creative Arts Emmy Awards 2019. La cerimonia premia le categorie cosiddette "minori", ma che in definitiva contribuiscono in maniera fondamentale al successo di serie e programmi TV, come la produzione dietro le quinte, le guest star e i doppiatori.

Come da tradizione, il gala è stato diviso in due serate, con la prima dedicata agli show senza sceneggiatura e la seconda (per lo più) a quelli con sceneggiatura. E come previsto, tra i grandi vincitori ci sono stati alcuni tra i favoriti assoluti dei Primetime Emmy Awards.

Game of Thrones ha portato a casa 10 vittorie su 18 nomination (conquistando un premio anche per... l'oscuro The Long Night) e come osserva Deadline è senza dubbio un segnale forte (e di buon auspicio) in vista della cerimonia del 23 settembre, alla quale la serie HBO arriva con il record di 32 candidature.

In seconda posizione si sono piazzati a pari merito Chernobyl e il documentario Free Solo di National Geographic sull'arrampicatore statunitense Alex Honnold, già vincitore dell'Oscar per la categoria nell'edizione 2019. Le due produzioni hanno conquistato 7 riconoscimenti ciascuna.

Invece, sul terzo gradino del podio è salita The Marvelous Mrs. Maisel di Amazon Prime, con 6 statuette.

La distribuzione dei premi sancisce il (temporaneo) primato di HBO in numero di riconoscimenti. Al momento, il network del gruppo WarnerMedia ne ha 25, contro gli 8 di Amazon Prime Video e National Geographic e i 22 della "rivale" Netflix, tra i cui premi spiccano i 3 per l'acclamata Russian Doll, i 4 per Queer Eye e quello per il casting di When They See Us.

Come riporta Variety, tra gli altri grandi vincitori ci sono il Saturday Night Live e RuPaul's Drag Race (conosciuto in Italia pure come America's Next Drag Queen), che ha registrato anche la quarta vittoria consecutiva di RuPaul come Miglior conduttore di reality.

Inoltre, I Simpson ha aggiunto un altro trofeo alla sua già ricca bacheca, conquistando la palma della Miglior serie animata, e il compianto Anthony Bourdain ha ottenuto due premi per lo show Parts Unknown.

I Creative Arts Emmy Awards 2019 hanno anche visto salire sul palco due leggende viventi del mondo dello spettacolo. Il 97enne autore e produttore televisivo Norman Lear ha vinto il Miglior speciale varietà live e il 93enne Sir David Attenborough ha portato a casa il premio come Miglior narratore per Our Planet di Netflix.

In attesa di scoprire se i Creative Arts Emmy Awards rappresentano dei buoni indicatori in termini di vittoria ai Primetime Emmy Awards, è possibile scoprire tutti i premiati delle due serate nella sezione dedicata sul sito ufficiale.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.