FOX

Game of Thrones: le riprese del prequel sono ufficialmente iniziate

di - | aggiornato

L'attesa è finita. O iniziata. Dipende dai punti di vista. Dopo il rincorrersi di numerose voci, è arrivata la conferma. Il prequel di Game of Thrones ha ufficialmente iniziato le riprese.

Arya ritorna a Winterfell in Game of Thrones HBO

546 condivisioni 0 commenti

Condividi

A un mese (quasi) dalla conclusione di Game of Thrones e dopo numerose voci, è arrivata la conferma: le riprese del prequel sono ufficialmente iniziate. A riportare la notizia è Entertainment Weekly (EW), che definisce la serie "senza titolo", di contro ai rumor che la indicano con quello (temporaneo?) di Bloodmoon.

Ma se la denominazione è incerta, l'ambientazione è nota. Ancora una volta, HBO ha scelto l'Irlanda del Nord come location. In base alle informazioni trapelate nelle scorse settimane, Belfast e i (celebri) Paint Hall Studios dovrebbero essere la sede principale dei lavori, di cui EW scrive che sono cominciati "in sordina".

Tuttavia, non è chiaro se la troupe girerà anche altrove. Secondo una notizia di qualche tempo fa, sarebbe in programma pure una parte di riprese in Spagna.

La sensazione è che il network stia cercando di portare avanti la produzione sotto traccia, probabilmente per evitare l'assedio di fan, curiosi e media che ha caratterizzato le riprese di Game of Thrones e (soprattutto) fughe di notizie.

Dopo la fine di GoT e con i romanzi conclusivi delle Cronache del ghiaccio di là da venire (...), i fan dell'universo fantastico di George R.R. Martin sono "in astinenza" e l'attesa per la serie prequel è grande.

Ma, al momento, le informazioni sono ridotte all'osso. La sinossi ufficiale ha rivelato che lo spin-off racconterà la storia della "discesa del mondo dall'Età degli Eroi alla sua ora più buia" e GRRM ha specificato che sarà ambientato indicativamente 5mila anni prima di GoT.

Come ricorda EW, lo scrittore ha anche anticipato che mostrerà un Continente Occidentale differente da quello che gli spettatori hanno imparato a conoscere:

Westeros è un posto molto diverso. Non c'è Approdo del Re. Non c'è il Trono di Spade. Non ci sono Targaryen. La città di Valyria con i suoi draghi e il suo grande impero è agli albori. Ci troviamo di fronte a un mondo differente e più antico e speriamo che sia una delle ragioni per cui la serie sarà divertente.

A un certo punto, Martin ha pure affermato con sicurezza che il titolo del prequel sarà The Long Night. Ma, dopo essere stato redarguito da HBO, ha corretto il tiro, dicendo che è quello che lui preferisce.

GoT: George R.R. MartinGetty Images
George R.R. Martin alla prima di Game of Thrones

Tuttavia, tra tanta incertezza, quello che invece è sicuro è che lo spin-off avrà un cast stellare.

Stando alle informazioni trapelate, Naomi Watts avrà un ruolo da protagonista e interpreterà una "esponente dell'alta società che nasconde un oscuro segreto". Con lei ci saranno diversi volti noti del piccolo e grande schermo, tra cui Jamie Campbell Bower (Gellert Grindelwald in Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 1 e 2 e in Animali fantastici - I crimini di Grindelwald), Denise Gough (Robin Hood di Ridley Scott e Colette) e Alex Sharp (Fino all'osso).

Invece, la regista del pilot sarà S. J. Clarkson, filmmaker con esperienza in molte serie di successo e candidata a dirigere Star Trek 4 (prima che il progetto fosse cancellato).

Se l'episodio zero, scritto da Jane Goldman in collaborazione con George R.R. Martin, riceverà semaforo verde (come tutti sperano), EW ipotizza che la serie completa possa arrivare in TV nel 2020 o, più probabilmente, nella primavera del 2021.

Insomma, i fan di Game of Thrones e delle Cronache del ghiaccio e del fuoco devono avere pazienza. Ma la sensazione è che saranno ricompensati...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.