FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones 8: il recap del quinto episodio, The Bells

di - | aggiornato

L'ultima guerra è arrivata a Westeros. Daenerys si prepara ad affrontare Cersei. Per il Trono di Spade. E per vendetta. L'episodio di Game of Thrones 8x05, The Bells, chiude il lungo viaggio iniziato a Essos.

La Fortezza Rossa ad Approdo del Re HBO

43 condivisioni 4 commenti

Condividi

The Last of the Starks si è concluso con un presagio di sangue e di fuoco. Daenerys ha lasciato la capitale intenzionata a tornarci per combattere l'ultima guerra e "annientare per sempre" i suoi nemici. E infine, il momento (molto) atteso dello scontro è arrivato.

Ecco cosa è accaduto nel quinto episodio di Game of Thrones 8, The Bells.

Attenzione! Possibili spoiler!

Il preludio a Roccia del Drago

Dopo la morte di Rheagal e Missandei, Daenerys e la sua delegazione sono tornati a Roccia del Drago.

Nella sua stanza, Varys scrive un messaggio in cui rivela che Jon è il legittimo erede del Trono di Spade, prima di essere interrotto da un nuovo "uccellino" (l'orfana che aveva trovato rifugio nelle Cripte di Grande Inverno durante la "grande battaglia"), che gli comunica che la Regina si rifiuta di mangiare.

Poco dopo, il Ragno va ad accogliere l'ex bastardo di Grande Inverno e cerca di convincerlo a diventare il nuovo re dei Sette Regni:

Si dice che quando nasce un Targaryen, gli dei lancino una moneta e il mondo trattenga il fiato. [...] [Voglio, n.d.r.] ciò che ho sempre voluto. Il giusto sovrano sul Trono di Spade. Non so ancora da che lato sia caduta la moneta [di Daenerys, n.d.r.]. Ma sono piuttosto sicuro della tua.

Ma Jon rifiuta l'offerta e afferma che Daenerys è la sua regina.

Da lontano, Tyrion osserva la scena e si reca dalla Madre dei Draghi per informarla del tradimento di Varys. Ma la Khaleesi lo precede e gli dice di sapere già che qualcuno l'ha tradita: Jon Snow. È stato lui a dire alle sue sorelle chi è in realtà, innescando una reazione inarrestabile

GoT 8x05: Tyrion allarmatoHDHBO
Tyrion a colloquio con Daenerys

Daenerys congeda il Folletto e manda Verme Grigio ad arrestare Varys. Prima di essere portato via in catene, il Ragno brucia un messaggio e depone alcuni anelli in una ciotola sopra il suo scrittoio.

La Madre dei Draghi condanna il Ragno a morte e lo fa bruciare vivo da Drogon.

Più tardi, la Khaleesi dà al suo fedele comandante degli Immacolati il collare da schiava di Missandei e Verme Grigio lo butta nel fuoco. I due sono interrotti da Jon e Daenerys fa cenno al soldato di lasciarli soli.

La Madre dei Draghi dice al giovane che la fine di Varys è quella che potrebbe toccare a tutti coloro che scopriranno la sua vera identità (accusando Sansa di essere responsabile tanto quanto lei della morte del Ragno). Il Lord Protettore del Nord ripete di non volere l'Iron Throne e le rinnova la propria lealtà: 

Io ti amo. Sarai sempre la mia regina.

Ma quando Daenerys prova a baciarlo, Jon la respinge. A quel punto, la Khaleesi dichiara che se Westeros non la ama, allora la temerà.

Dopo avere congedato il Lord Protettore del Nord, la Madre dei Draghi riceve il suo Primo Cavaliere. Tyrion prova a dissuaderla dall'attaccare Approdo del Re e a convincerla a risparmiare migliaia di innocenti. Ma la Khaleesi è irremovibile. Il Folletto le chiede almeno di cessare l'attacco se sentirà suonare la campane in segno di resa. Daenerys sembra accettare e ordina a Verme Grigio di fare lo stesso.

Prima di lasciare andare Tyrion, la Madre dei Draghi gli dice che i suoi soldati hanno catturato Jaime mentre cercava di attraversare le loro linee. E lo avvisa che, se la deluderà ancora una volta, sarà l'ultima.

La battaglia ad Approdo del Re

Con uno stratagemma, Tyrion riesce ad avvicinare suo fratello, prigioniero in una tenda dell'accampamento che assedia Approdo del Re. Il Folletto chiede a Jaime di convincere Cersei ad arrendersi e a evitare una strage e gli dice di annunciare la resa della capitale facendo suonare le campane. Poi lo esorta a fuggire con la sorella. Solo loro due.

Tyrion libera il fratello e i due si stringono in un commovente (ultimo?) abbraccio:

Se non fosse stato per te, non sarei mai sopravvissuto all'infanzia. Sei stato l'unico a non trattarmi come un mostro.

In seguito, il Primo Cavaliere di Daenerys raggiunge Verme Grigio, Jon e Ser Davos sul campo di battaglia. Il Folletto dice a Jon e al Cavaliere delle Cipolle che, se sentiranno suonare le campane, la città si sarà arresa e dovranno ritirare la truppe. 

Intanto, la Compagnia Dorata comandata da Harry Strickland si schiera davanti alla Capitale e la flotta di Euron e i soldati sulle mura e in città preparano gli "scorpioni" di Qyburn e prendono posizione.

Prima che l'esercito chiuda i cancelli di Approdo del Re, Arya e il Mastino riescono a entrare in città. Invece, Jaime rimane fuori ed è costretto a cercare un altro passaggio per raggiungere Cersei.

GoT 8x05: Jaime Lannister fuori dalle mura della CpaitaleHDHBO
Jaime non riesce a entrare ad Approdo del Re

Il tempo è congelato in un'attesa immobile e irreale, fino a che Daenerys attacca di sorpresa le navi in rada alle Acque Nere. La Madre dei Draghi e Drogon schivano i colpi letali dei giavellotti e bruciano senza pietà la flotta e gli uomini a bordo. 

Poi, la Khaleesi si lancia contro le difese della città e distrugge le mura, che crollano addosso alla Compagnia Dorata schierata all'esterno. Sorpreso e allo sbando, l'esercito di mercenari viene caricato dagli Immacolati, dai Dothraki e dagli uomini del Nord.

Strickland muore nello scontro e l'armata di Daenerys sfonda le difese, mentre la Madre dei Draghi distrugge gli ultimi "scorpioni" e brucia ogni forma di resistenza tra le fiamme.

Cersei osserva la battaglia dalla dimora avita dei Lannister e si rifiuta di lasciare la città, nonostante la preghiera di Qyburn:

La Fortezza Rossa non è mai caduta. Non accadrà oggi.

Gli Immacolati e gli eserciti della Khaleesi entrano in città e si ritrovano faccia a faccia con l'armata della Capitale. Lo scontro sembra inevitabile, ma gli uomini dei Lannister si arrendono.

Poi iniziano a suonare le campane. Cersei china il capo. La Regina di Approdo del Re è sconfitta.

La Mad Queen: Daenerys Targaryen

Daenerys guarda la sua conquista. Ma la Madre dei Draghi cerca vendetta e la vista della Fortezza Rossa non fa che ricordarle che Cersei è lì. La Khaleesi fa alzare in volo Drogon ed esaudisce l'ultimo desiderio di Missandei: il drago semina morte e distruzione tra le strade di Approdo del Re.

L'ombra di Drogon sui tetti delle case della Capitale fa avverare la visione di Bran e fa di Daenerys la Mad Queen.

GoT 8x05: la Mad Queen, Daenerys TargaryenHDHBO
Daenerys Targaryen rade al suolo Approdo del Re

L'attacco della Khaleesi è un segnale per Verme Grigio. Sotto lo sguardo sconvolto di Jon, il comandante degli Immacolati uccide il comandante dell'esercito Lannister che aveva gettato la spada e scatena la battaglia.

Tyrion osserva agghiacciato da fuori le mura, mentre Ser Davos aiuta le persone a mettersi in salvo e Jon cerca di fermare lo scontro. Ma il Lord Protettore del Nord è costretto a combattere per evitare di essere ucciso.

Daenerys attacca la Fortezza Rossa, proprio mentre Jaime cerca di entrare dal passaggio sulla spiaggia che il fratello gli aveva indicato per uscire e scappare con Cersei. Il Kingslayer viene sorpreso non solo dal fuoco della Madre dei Draghi, ma anche da Euron Greyjoy.

I due iniziano a combattere e il Re delle Isole di Ferro provoca Jaime:

Se vinco, porterò la tua testa a Cersei. Così che tu possa baciarla un'ultima volta.

Euron ferisce più volte il Kingslayer. Ma alla fine è Jaime ad avere la meglio.

Intanto, Qyburn convince finalmente Cersei ad abbandonare la Fortezza Rossa e i due si avviano di corsa lungo le scale, scortati da una piccola guarnigione e dalla Montagna.

GoT 8x05: Arya e il Mastino nella Fortezza RossaHDHBO
Arya e il Mastino nella Fortezza Rossa in cerca di Cersei e della Montagna

Ad attenderli nella sala con la mappa di Westeros ci sono Arya e il Mastino. La giovane Stark è determinata a spuntare l'ultimo nome sulla sua lista, ma Sandor Clegane la invita a guardare il volto della vendetta:

Vuoi essere come me? 

Le parole del Mastino toccano l'umanità che c'è (ancora) in Arya e la ragazza abbandona il suo proposito. Ma prima che Clegane vada incontro al suo destino (lungamente atteso e voluto), Arya gli dice qualcosa di inaspettato:

Sandor... grazie.

La fuga da Approdo del Re

Mentre Arya fugge per non essere travolta dai crolli della Fortezza Rossa, il Mastino blocca Cersei e la sua scorta sulle scale. Clegane uccide i soldati che provano a fermarlo e poi sfida il fratello. La vista del Mastino riaccende qualcosa nel morto che cammina che è diventato la Montagna. Il cavaliere non risponde agli ordini di Cersei e uccide Qyburn, che prova a fermarlo.

Cersei corre via dai fratelli e Sandor e Gregor iniziano a combattere.

La regina arriva nella sala con la mappa di Westeros e tra muri che crollano e pareti che si sbriciolano ritrova Jaime. I due gemelli si stringono in un lungo abbraccio e Cersei si accorge che il Kingslayer sanguina. Ma il fratello la rassicura e i due si allontanano barcollando.

GoT 8x05: Cersei e Jaime si ritrovanoHDHBO
Cersei e Jaime si stringono in un lungo abbraccio

Intanto, i Clegane continuano a combattere ferocemente (dopo che Sandor ha fatto saltare l'elmo di Gregor, rivelando la sua natura mostruosa) e Arya cerca di uscire dalla Capitale. La ragazza rimane coinvolta nelle feroci scorribande Dothraki e nei crolli causati dal fuoco di Drogon e dall'Altofuoco stoccato sotto Approdo del Re, mentre Jon ordina la ritirata.

Quando sembra che la Montagna abbia la meglio sul Mastino, quest'ultimo lo pugnala alla testa. Poi lo carica con tutte le sue forze e insieme cadono tra le fiamme che divorano la Fortezza Rossa.

Nel mentre, Jaime e Cersei raggiungono l'uscita alla spiaggia che passa dalle catacombe di Approdo del Re, ma un crollo ha bloccato il passaggio. I due fratelli e amanti sono in trappola e Jaime cinge Cersei:

Guardami. Il resto non ha importanza. Solo noi.

I gemelli Lannister vengono travolti dalle volte che si sbriciolano sotto il calore del fuoco.

GoT 8x05: Arya tra le rovine della CapitaleHDHBO
Arya malconcia ma viva tra le rovine della Capitale

In superficie, Arya è ferita e malconcia. Ma viva. La giovane Stark guarda la devastazione lasciata da Daenerys e Drogon. Approdo del Re è sotto una coltre bianca. Ma non è neve, bensì cenere.

Tra le macerie, un cavallo sembra aspettarla. Arya lo prende per le briglie e poi gli sale in groppa e si allontana dai resti della Capitale...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.