FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones: Jessica Chastain e Ava DuVernay si uniscono alle critiche per sessismo e mancanza di diversità

di - | aggiornato

L'episodio 8x04 di Game of Thrones ha innescato un'accesa polemica sul web. Diversi fan, Jessica Chastain e Ava DuVernay hanno criticato la serie per sessismo e mancanza di diversità.

Sophie Turner è Sansa Stark in Game of Thrones HBO

32 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ogni episodio di Game of Thrones è oggetto di analisi e discussioni da parte dei fan e The Last of the Starks non fa eccezione. Ma stavolta il dibattito è più ampio e complesso. Diversi spettatori e l'attrice Jessica Chastain e la regista Ava DuVernay hanno accusato la serie HBO di sessismo e mancanza di diversità.

Attenzione! Possibili spoiler!

Le critiche riguardano due momenti molto forti: l'incontro (dopo lungo tempo) e il dialogo tra Sansa Stark e il Mastino e la morte di Missandei.

Il dialogo tra Sansa Stark e il Mastino

Dopo che il Nord (o per meglio dire, Arya) ha sconfitto il Night King, i sopravvissuti si riuniscono per festeggiare nelle sale di Grande Inverno. L'unico che non prende parte alla euforia generale è il Mastino, che resta a bere da solo a un tavolo, dopo avere scacciato in malo modo una giovane che gli ha proposto di passare la notte insieme.

Sansa Stark osserva da lontano e poi si avvicina e si siede davanti a Sandor Clegane. È la prima volta dai tempi di Approdo del Re che i due si ritrovano uno di fronte all'altro e l'ex guardia del corpo di Joffrey osserva il grande cambiamento della figlia di Ned e Catelyn.

Il Mastino dichiara alla giovane di sapere cosa le è accaduto e le dice che se fosse andata via dalla Capitale con lui non avrebbe sofferto gli abusi di Ditocorto e le violenze di Ramsay. Però Sansa replica che è stato proprio quello a renderla la donna forte e risoluta che è diventata:

Senza Ditocorto, Ramsay e il resto, sarei rimasta un uccellino per tutta la vita.

Ma la battuta della giovane Stark non è piaciuta a una larga fetta di spettatori. In molti hanno criticato il modo in cui la serie affronta il tema degli abusi sessuali e rappresenta Sansa come sopravvissuta e hanno puntato il dito contro l'assenza pressoché totale di donne tra i registi e gli sceneggiatori di Game of Thrones:

Le donne sono state escluse da ruoli di scrittura e direzione per tutti gli episodi di questa stagione di GoT. Anche se mi piace il modo in cui alcuni personaggi offrono una rappresentazione potente dell'universo femminile, i loro ruoli avrebbero dovuto essere scritti da donne. Specialmente nel caso di quelli che hanno subito abusi sessuali.

Avrei preferito che Sansa fosse diventata 'quella che è' per gli eventi che l'hanno condotta a questa stagione e non perché essere violentata e avere subito cose schifose l'hanno resa più forte. Pietoso. E sicuramente scritto da un uomo cishet [maschi eterosessuali che si identificano col genere loro assegnato alla nascita, n.d.r.].

Davvero hanno fatto dire a Sansa che lo stupro l'ha resa più forte?

Anche Jessica Chastain è intervenuta nella discussione, stigmatizzando la scelta degli sceneggiatori:

Lo stupro non è uno strumento per rendere più forte un personaggio. Una donna non ha bisogno di diventare una vittima per trasformarsi in una farfalla. Il piccolo uccellino è sempre stato una Fenice [il ruolo dell'interprete di Sansa Stark, Sophie Turner, in X-Men, n.d.r.]. La sua nuova, grande forza deriva unicamente da lei. E solo da lei.

La violenza subita da Sansa da parte del sadico Ramsay Bolton era già finita al centro di un'accesa polemica. Ma Sophie Turner aveva difeso la scelta di rappresentare la scena dello stupro del suo personaggio, affermando che era qualcosa di doloroso e sconvolgente, ma necessario in un'ottica di consapevolezza e sensibilizzazione:

Più parliamo di violenza sessuale e meglio è. Al diavolo le persone che dicono che non dovremmo farla vedere in TV e quelle che dicono che boicotteranno la serie per questo. Sono cose che accadevano e che continuano ad accadere. Se le trattiamo come tabù o come un argomento scottante, come farà a trovare il coraggio di parlarne e a non sentirsi giudicato chi le ha subite?

Più di recente, in una intervista a Harper's Bazaar UK (riportata da People), l'attrice ha dichiarato che la violenza subita dal suo personaggio l'ha motivata a diventare un'attivista:

All'inizio, pensavo che nessuna delle cose accadute a Sansa avrebbe avuto effetto su di me. Ma anche se non hanno influito sulla mia emotività, ho iniziato a riflettere sugli abusi domestici e sullo stupro e questa piccola parte di me mi ha spronato a diventare un'attivista.

La morte di Missandei

Dopo avere accompagnato Daenerys Targaryen per gran parte del suo lungo viaggio ed essere diventata la sua consigliera più fidata, Missandei viene decapitata dalla Montagna per ordine di Cersei davanti alla Madre dei Draghi, Verme Grigio, Tyrion e Varys.

Come hanno spiegato gli sceneggiatori nel commento a The Last of the Starks, la morte della giovane (insieme a quella di Rhaegal) costituisce uno snodo fondamentale per l'evoluzione della Khaleesi in vista del finale.

Ma la regista Ava DuVernay ha polemizzato con la decisione di uccidere Missandei, perché (di fatto) elimina l'unica donna di colore in Game of Thrones:

Non è la prima volta che la serie HBO viene criticata per scarsa diversità e inclusività rispetto alle minoranze. Un paio di anni fa, John Boyega aveva puntato il dito contro l'assenza di persone di colore nell'adattamento per la TV delle Cronache del ghiaccio e del fuoco.

In quell'occasione, la direttrice del casting, Nina Gold, aveva replicato:

Abbiamo voluto rappresentare [i personaggi, n.d.r.] come nei libri. Non so davvero cosa dire, perché non è vero che non viene prestata attenzione alla diversità nella scelta degli interpreti per la serie. Abbiamo dato una grande profondità ai personaggi di Missandei e Verme Grigio. Ho sempre creduto nell'importanza della diversità durante i casting e credo che lo abbiamo dimostrato. Non penso di dover difendere le nostre scelte.

GoT 8x04: Missandei e Verme Grigio sulla flotta TargaryenHDHBO
Gli ultimi momenti di felicità per Missandei e Verme Grigio

Da parte sua, l'interprete della giovane consigliera di Daenerys, Nathalie Emmanuel, non sembra interessata a fare polemica.

Al contrario, l'attrice ha pubblicato sul proprio profilo Instagram un post in cui si dice onorata di avere interpretato Missandei e ringrazia tutti i compagni del suo lungo viaggio, in particolare Emilia Clarke e Raleigh Ritchie (Verme Grigio):

È stata una delle mie più grandi gioie dare vita a Missandei di Naath... l'interprete riservata e gentile. Una donna meravigliosa, che ha superato tanta sofferenza e ha trovato sé stessa, la propria voce e... il suo unico e grande amore. Ha rappresentato tantissimo per me e porterò avanti nella mia vita tutto quello che mi ha insegnato. Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile che interpretassi questo ruolo... il ruolo della vita.

View this post on Instagram

It’s been one of my greatest joys playing Missandei of Naath... The quiet and kind translator. A brilliant woman who overcame so much suffering and found herself, her voice... and her one and only love. She represented so much for me, personally, that I have no choice but to carry the things she has taught me into my life going forward. Thank you to everyone who made it possible for me to play this part... this life changing part... there are too many to list... @emilia_clarke GIRL! I love you... SO much. I’ve loved playing your BFF for the past 7 years. Thank you for being such a wonderful person in my life and a source of light and laughter. The Bad Ass Boss Lady Warrior Goddess club will live on forever 😂🙌🏽 @raleighritchie.... Jacoooob! I literally cannot tell you what sharing the screen with you has meant to me. I found performances I didn’t know I had inside me, simply because you gave me so much to work against. Playing Missandei and Grey Worm’s journey has been so special. I couldn’t have asked for a more generous and supportive co-star... Also... We’ve been out in these streets together boiiii🤣😂 negotiating so much but always having each other’s back. Thank you for all of it... you have been a dear friend at every point. To the entire cast and crew... You will always hold a special place in my heart. The love and energy we shared will be hard to match. I feel like I hit the jackpot meeting and working with you all. I love you. To the fans of the show, and of Missandei... Thank you for all the love and support... It’s been a pleasure playing her for you. I know last night was pretty intense for some of you so I invite you to participate in my fantasy where I like to think that, right now.... Missandei is sipping a rum on a beach somwhere in sky 😂... 🍹🌴 #andnowmywatchhasended #MissandeiofNaath #Dracarys #thankyouforsupportingme #RIPMissandei #isleofbutterflies #🦋 #illbeseeingyou

A post shared by Nathalie Emmanuel (@nathalieemmanuel) on

Nathalie ha anche rivolto un pensiero ai fan:

Ai fan della serie e di Missandei... grazie per il sostegno e l'amore. È stato un piacere portarla sullo schermo per voi. So che per alcuni di voi lo scorso episodio è stato molto doloroso e per questa ragione vi invito a partecipare alla mia fantasia in cui mi piace pensare che, proprio in questo momento, Missandei sta sorseggiando un rum su una spiaggia da qualche parte nel cielo!

L'idea di una Missandei felice in un qualche altro universo (con Verme Grigio) è stata rilanciata da Raleigh, che ha pubblicato un video in cui il suo personaggio e quello della collega ballano sulle note di My Boo dei Ghost Town DJ's:

So che fa male. Ma da qualche parte nel multiverso...

Ma se Missandei ha finito di lottare e (a quanto pare) ha trovato la pace, per Daenerys, Jon e tutti gli altri c'è ancora una guerra da combattere. L'ultima guerra.

L'appuntamento è per lunedì 13 maggio, alle 3:00 del mattino, su Sky Atlantic.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.