FoxComedy

Guardare Spider-Man e Ant-Man combatte le fobie per ragni e insetti (dice uno studio)

di - | aggiornato

Guardare film sui supereroi non è mai stato così utile. I protagonisti di casa Marvel potrebbero aggiungere, nel proprio curriculum, un potere in più... quello terapeutico.

Spider-Man in caduta libera Marvel Studios

34 condivisioni 0 commenti

Condividi

I supereroi sono forti e coraggiosi e nei film (e videogiochi) a loro dedicati sono al servizio dell'umanità - e non solo - e ci proteggono dai malvagi. Nella realtà, invece, i protagonisti delle pellicole Marvel ci proteggono da noi stessi.

Sette secondi di Spider-Man o Ant-Man non ci renderanno dei supereroi, ma potrebbero infonderci coraggio e farci superare alcune fobie.

È proprio quello che risulta da uno studio pubblicato su una rivista di settore ad opera di due ricercatori israeliani, il prof. Yaakov Hoffman della Bar-Ilan University e il prof. Menachem Ben-Ezra della Ariel University.

La ricerca è nata con l'intento di studiare - ed eventualmente - superare due particolari e molto diffuse fobie, l'aracnofobia (la paura dei ragni) e la mirmecofobia (la paura delle formiche), con metodi alternativi.

Ma com'è possibile tutto ciò?

Il protagonista della pellicola Spider-Man: HomecomingHDMarvel Studios

L'esperimento e il ruolo dei supereroi Marvel

I ricercatori hanno effettuato un esperimento su 424 volontari, selezionati tramite un test online, tutti affetti da aracnofobia o mirmecofobia. I soggetti sono stati divisi in quattro gruppi (due attivi e due passivi) e sottoposti alla visione di alcuni video della durata di 7 secondi.

Due gruppi hanno visionato alcuni spezzoni dei film Spider-Man e Ant-Man, mentre gli altri due hanno visionato un video introduttivo di un altro film Marvel e un video di un prato verde immerso nella natura. 

Dopo la visione dei filmati, i risultati hanno spalancato le porte a numerose riflessioni e successivi stadi della ricerca. Nei gruppi che avevano visto i film Spider-Man e Ant-Man, i ricercatori hanno riscontrato un calo del 20% delle fobie riguardo ragni e formiche, mentre nei gruppi che avevano visionato i video "placebo" non si è verificato alcun cambiamento sensibile nei confronti delle paure.

Secondo le conclusioni tratte dai ricercatori, vedere l'oggetto delle proprie fobie in un contesto positivo e coraggioso - come un ragno che fa rispettare la legge o una formica che uccide i cattivi - aiuta ad affrontare e a superare le proprie paure.

Ovviamente ancora non si sa se l'effetto del video sia permanente o tenda a svanire con il passare del tempo, ma gli scienziati israeliani hanno intenzione di continuare le proprie ricerche.

Il professor Menachem Ben-Ezra e il professor Hoffman hanno dichiarato che i risultati dell'esperimento da loro effettuato, indirizzano gli studi di settore verso nuove frontiere scientifiche e cliniche. Il metodo sperimentato dai ricercatori israeliani, infatti, potrebbe essere introdotto nelle metodologie cognitive già utilizzate per trattare queste fobie.

Il supereroe in groppa ad una formicaHDMarvel Studios

Secondo gli studiosi, la tecnica di esposizione positiva come cura per alleviare le proprie paure, sarebbe molto più accessibile anche a livello economico per i pazienti.

Ben-Ezra e Hoffman, oltre ad essere psicologi sono anche fan dei supereroi Marvel e credono sia possibile curare anche lo stress post traumatico con le pellicole su Iron Man e gli altri protagonisti.

In effetti vedere che c'è qualcuno in grado di reagire bene e continuare a combattere dopo che la popolazione mondiale è stata dimezzata, fa sentire meglio un po' tutti.

In ogni caso gli studi continueranno, così come i film Marvel, e chissà che un giorno non saranno utili anche i video di Thor e Loki e il loro rapporto di amore e odio tra fratelli.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.