FOX

NXIVM: Allison Mack si dichiara colpevole

di - | aggiornato

Dopo avere affermato a più riprese di essere innocente, Allison Mack ha scelto di dichiararsi colpevole nel caso della setta delle schiave sessuali di NXIVM. Probabilmente, l'attrice ha scelto di patteggiare per ridurre la pena.

Allison Mack con i suoi avvocati Getty Images

59 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo avere a lungo proclamato la propria innocenza, Allison Mack si è dichiarata colpevole delle accuse di associazione e delinquere e favoreggiamento nell'ambito dell'inchiesta sull'organizzazione NXIVM.

Ancora in una delle ultime udienze, la star di Smallville aveva provato a difendersi citando un caso analogo che coinvolgeva Scientology e che si era concluso con l'assoluzione della Chiesa. Ma come riportano People e Vulture, in seguito l'attrice avrebbe intrapreso una trattativa per patteggiare. Il (molto) probabile obiettivo è di ottenere uno sconto di pena, dal momento che rischia fino a 20 anni di prigione federale per ogni capo di accusa.

L'interprete di Chloe Sullivan in Smallville (libera dietro il pagamento di una cauzione di 5 milioni di dollari) è stata incriminata per avere partecipato attivamente al reclutamento di schiave sessuali per una setta denominata DOS (Dominos Obsequious Sororium, ovvero Signori delle donne schiave) all'interno di NXIVM, ricevendo in cambio benefici finanziari e di altro genere. Secondo i pubblici ministeri, l'attrice avrebbe avuto un ruolo di vertice nell'organizzazione (a quanto sembra, sarebbe stata il braccio destro del "guru" Keith Raniere) e avrebbe avuto l'idea di marchiare a fuoco le "adepte".

Allison Mack ai tempi di SmallvilleGetty Images
Allison Mack ha scelto di dichiararsi colpevole nell'ambito dell'inchiesta su NXIVM

Allison Mack ha reso la sua dichiarazione di colpevolezza tra le lacrime:

Sono addolorata per le persone alle quali ho fatto del male. Sono giunta alle conclusione che devo prendermi la piena responsabilità delle mie azioni ed è per questa ragione che mi dichiaro colpevole.

L'attrice ha raccontato cosa l'ha portata a diventare un membro di NXIVM:

C'erano molte persone meravigliose. Ma alcune di loro - lo capisco ora - non lo erano. Mi sono unita all'organizzazione per trovare uno scopo. Credevo davvero di avere trovato un gruppo che lo voleva come me. Credevo che Keith Raniere volesse aiutare le persone. Mi sbagliavo.

La star di Smallville ha riconosciuto apertamente di essere "membro di una società segreta" e di avere cercato di reclutare altre donne. Inoltre, ha ammesso di avere ottenuto "informazioni compromettenti" da parte e sulle nuove adepte, che venivano utilizzate per garantire la fedeltà di queste ultime a NXIVM.

Mack ha ripetuto di essere pentita del dolore causato dalla sua condotta e ha dichiarato che avere preso consapevolezza degli errori compiuti è il primo passo verso una nuova e migliore sé stessa:

Sono molto dispiaciuta per le vittime di NXIVM. Sono addolorata per le persone che ho ferito con il mio modo sbagliato di seguire gli insegnamenti di Keith Raniere. Tutto questo mi ha reso e mi renderà una persona migliore.

L'attrice Catherine Oxenberg Getty Images
Catherine Oxenberg ha mostrato pena per Allison Mack, ma ha ribadito che doveva essere fermata

La star di Dinasty Catherine Oxenberg, madre di una delle vittime di NXVIM e da tempo in prima linea contro l'organizzazione, ha mostrato pena per la giovane collega, ma ha ribadito l'enorme gravità del suo comportamento:

La vita di Allison Mack è in rovina e provo una grande tristezza per lei. Ma doveva essere fermata. Quello cui ha preso parte era pericoloso e criminale.

La sentenza del caso sarà pronunciata l'11 settembre 2019. In quella data, Allison Mack saprà se e quanto la sua ammissione di colpa ha avuto peso nella valutazione dei giurati e conoscerà il suo destino.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.