FOX

Game of Thrones 8: quanto guadagnano gli attori?

di - | aggiornato

Game of Thrones ha cambiato la vita dei suoi attori. Non solo perché ha lanciato e in qualche caso rilanciato la carriera dei protagonisti, ma anche perché ha fatto lievitare il loro conto in banca.

75 condivisioni 0 commenti

Condividi

Non c'è dubbio. Game of Thrones è uno degli argomenti più caldi del momento. Gli (attesissimi) episodi finali arriveranno in TV il 14 aprile e in rete (e non solo) è un continuo susseguirsi di notizie sulla serie HBO.

Ovviamente, a tenere banco è il possibile (probabile) contenuto dei 410 minuti che concluderanno le vicende di Jon, Daenerys e compagnia. Ma c'è spazio anche per questioni per così dire "di costume". Per esempio, la prima mondiale che si è tenuta a New York. E... quanto guadagnano gli attori.

Come per la trama di GoT 8, anche intorno agli stipendi dei protagonisti principali c'è un alone di mistero. 

Per quanto riguarda Emilia Clarke, Lena Headey, Kit Harington, Peter Dinklage e Nikolaj Coster-Waldau, l'ultima stima "ufficiale" risale a un report stilato nel 2017 da Variety. Secondo le informazioni raccolte dal sito, nel 2016 (ovvero, per la stagione 7 di Game of Thrones) i 5 avrebbero guadagnato 500mila dollari a episodio.

Un considerevole upgrade rispetto alle stagioni 5 e 6, per le quali sarebbero stati pagati 300mila dollari a episodio. Almeno, stando a quello che scriveva Deadline un po' di tempo fa. 

Ma secondo Celebrity Net Worth, l'aumento sarebbe ancora maggiore. Il portale attribuisce al quintetto un salario di 1 milione e 100mila dollari a episodio. Anche se non specifica per quanti episodi.

D'altra parte, questa cifra sembrerebbe trovare conferma nella documentazione depositata in tribunale per una causa tra Nikolaj Coster-Waldau e la sua ex manager, Jill Littman di Impression Entertainment. 

Stando al dossier, lo stipendio dell'interprete di Jaime Lannister per ogni episodio della stagione 8 sarebbe stato di 1.066.667 dollari. E considerato che sembra che l'attore danese sia sempre stato pagato come Emilia Clarke, Lena Headey, Kit Harington e Peter Dinklage, è lecito credere che la regola valga anche in questo caso.

Ma non solo. Nella stessa documentazione, risulta che Nikolaj avrebbe guadagnato 942.857 dollari per ogni episodio della stagione 7. La somma è nettamente superiore ai 500mila dollari stimati da Variety e inevitabilmente porta a pensare che anche i salari dei soliti 4 colleghi potrebbero essere stati più alti.

Diversa è la questione per Maisie Williams e Sophie Turner.

Secondo Celebrity Net Worth, l'interprete di Arya avrebbe ricevuto 150mila dollari a episodio. Ma il dato potrebbe non essere aggiornato. D'altra parte, anche ipotizzando un (consistente) ritocco verso l'alto, è presumibile che lo stipendio dell'attrice britannica sia rimasto comunque inferiore a quello di Nikolaj Coster-Waldau e compagnia. Come mai questa disparità?

A quanto pare, la differenza di retribuzione dipenderebbe dall'età di Maisie (che all'inizio della serie era una bambina e quando ha rinegoziato il contratto per le stagioni 7 e 8 non era ancora maggiorenne) e dal fatto che è (era) considerata un protagonista di "livello B".

Analogo discorso varrebbe per Sophie Turner (anche se lei probabilmente aveva compiuto 18 anni al momento della revisione del salario per gli ultimi due cicli di episodi). Tuttavia, nel caso dell'interprete di Sansa non è chiaro quale fosse il cachet di partenza dell'attrice. Diversi siti parlano di una cifra analoga a quella di Maisie (ovvero, 150mila dollari), ma il dato è da prendere con le molle.

D'altra parte, parlando della sua retribuzione per Game of Thrones 8, Sophie ha confermato di avere ricevuto un compenso inferiore a Kit Harington. Tuttavia, come riporta il Mirror Online, l'attrice ritiene che sia giusto, considerato il diverso impegno sul set:

Kit è stato pagato più di me, ma aveva una storia più grande. Nell'ultima stagione, ha girato qualcosa come 70 scene notturne. Io non ne ho avute così tante. È giusto che abbia avuto quei soldi.

In ogni caso, a prescindere dalle disparità, nessuno di loro se la passa male. Secondo le stime di Celebrity Net Worth, tutti quanti hanno dei patrimoni netti da capogiro. Nel dettaglio, Nikolaj Coster-Waldau "varrebbe" 16 milioni di dollari, Peter Dinklage 15 milioni di dollari, Emilia Clarke 13 milioni di dollari, Kit Harington 12 milioni di dollari, Lena Headey 9 milioni di dollari e Maisie Williams e Sophie Turner 6 milioni di dollari.

Il dato farebbe riferimento a tutti i guadagni degli attori e non solo a quelli di GoT. Ma di certo sopravvivere fino alla fine della serie HBO... ha pagato.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.