FOX

5 fumetti che potrebbero diventare una serie TV (o un film)

di - | aggiornato

Ho stilato per voi una lista di 5 fumetti che potrebbero diventare una serie TV oppure un film. Eccoli.

Un'immagine presa da Redneck Image Comics

160 condivisioni 0 commenti

Condividi

Le serie TV tratte dai fumetti sono sempre più numerose - The Umbrella Accademy, Doom Patrol, The Boys giusto per citarne alcune. Ma di fumetti ce ne sono a centinaia - non tutti entusiasmanti, ovviamente - e stare al passo della carta stampata non è facile. In questa lista elencherò cinque serie a fumetti che, secondo me, potrebbero diventare una serie TV o - perché no? - un film.

1 - Redneck

Redneck - La prima pagina del primo numero della serie di Donny CatesImage Comics

Non appena ho finito di leggere il primo volume di Redneck (qui la recensione)- pubblicato in Italia da SaldaPress - ho pensato che fosse un ottimo soggetto per una serie TV. Redneck è una serie a fumetti scritta da Donny Cates (Thanos, Doctor Strange) e disegnata da Lisandro Estherren, pubblicata in America da Skybound sotto l'etichetta Image Comics diretta da Robert Kirkman - il creatore di The Walking Dead, tanto per intenderci.

Al centro della storia di Redneck ci sono i Bowman, una famiglia di vampiri che vive nel cuore del Texas dove commercia carne bovina, attività che permette loro di avere sempre a disposizione sangue di cui nutrirsi. I Bowman convivono pacificamente con gli umani che, ovviamente, non conoscono la vera natura dei Bowman. Ma la pacifica convivenza non durerà a lungo.

Un'altra serie sui vampiri? Ma basta, penserete. Bene, lo pensavo anche io, scioccamente. Prendete le ambientazioni tipiche di Non aprite quella porta e metteteci i vampiri, non quelli belli e dannati a cui ci hanno abituato serie TV come The Vampire Diaries o The Originals, ma quelli brutti e sporchi, viscidi e brutali. I disegni di Estherren - spigolosi e sporchi - riescono a ritrarre alla perfezione un Texas sporco e polveroso, oscuro e pericoloso. Redneck, anche per il suo ritmo incalzante e serrato, sarebbe perfetto per diventare una serie TV.

Redneck - In fondo al cuoreSaldaPress

2 - Scalped

R. M. Guéra è il disegnatore di ScalpedHDVertigo

Scalped è una serie Vertigo scritta da Jason Aaron (Thor - Il Dio del tuono) e disegnata da R.M. Guéra. La serie è iniziata nel 2007 e si è conclusa nel 2012 con 60 numeri pubblicati.

In Italia, Scalped ha avuto una distribuzione travagliata: inizialmente, infatti, fu edita da Planeta DeAgostini per poi essere completata da RW Lion. Recentemente, proprio RW Lion ha ristampato la serie in una bellissima edizione cartonata deluxe

Scalped è ambientata in un'immaginaria riserva indiana situata nel South Dakota dei giorni nostri. Tra criminali, politici corrotti e altri personaggi poco raccomandabili sarà davvero dura preservare le tradizioni e l'identità culturale della riserva.

Il pilot di Scalped, in realtà, è stato ordinato da WGN America nel 2015. Un paio di anni dopo, WGN decise di puntare su produzioni di serie originali un po' meno costose, cosa che portò alla cancellazione di serie come Outsiders e Underground, nonché all'accantonamento del progetto Scalped. Se proprio vogliamo dirla tutta, il pilot di Scalped è stato anche girato la scorsa primavera da Bilall Fallah e Adil El Arbi con Alex Meraz, Lily Gladstone e Gil Birmingham nel cast.

Quindi non tutto è perduto: girare un pilot, infatti, comporta dei costi e non credo che i produttori se ne stiano con le mani in mano solo perché WGN ha deciso di accantonare il progetto. Chissà, magari molto presto avremo notizie di una serie TV di Scalped.

Scalped, la copertina del primo volume dell'edizione deluxeLion / Vertigo

3- Southern Bastards

I disegni di Southern Bastards sono realizzati da Jason LatourHDImage Comics

Southern Bastards è una serie a fumetti del 2014 - e ancora in corso - creata da Jason Aaron (sceneggiatore) e Jason Latour (illustratore) e pubblicata da Image Comics. In Italia è pubblicata - in una bella edizione cartonata - da Panini Comics.

Di nuovo Jason Aaron, di nuovo un'altra faccia dell'America, quella violenta e bigotta. Southern Bastards è ambientata in una cittadina di nome Craw, in Alabama. Un allenatore di football, criminali e aguzzini scateneranno una vera e propria spirale di violenza nella piccola contea di Craw. 

Aaron delinea una storia dai forti toni noir, ambientata in una piccola cittadina dell'Alabama. I dialoghi sono schietti e intelligenti, la storia, invece, è ricca di colpi di scena e capovolgimenti di fronte e, molto spesso, spiazza per la sua violenza. Jason Latour è un abile disegnatore: riesce, con poche e semplici pennellate, ad inquadrare perfettamente una piccola comunità bigotta e violenta, dove l'importante è vincere, non importa con quale mezzo.

Southern Bastards - Questo era un uomoImage Comics

4 - Black Monday

Un disegno preso da Black MondayHDImage Comics

Black Monday è una serie a fumetti pubblicata da Image Comics che ha debuttato nel 2016. La serie è stata creata da Jonathan Hickman e Tomm Coker. Black Monday combina elementi horror, mistery e noir. In Italia è pubblicato da Mondadori.

La storia è ambientata all'indomani del Black Monday, il crollo del mercato azionario del 1987. Il mondo della finanza è orchestrato da un circolo ristretto di burattinai, tutti emissari del diavolo in persona. 

Hickman - divenuto famoso dopo il mega-crossover Infinity del 2006 sceneggiato per Marvel Comics - è un abile sceneggiatore: nel primo volume di Black Monday, infatti, riesce ad amalgamare alla perfezione elementi noir con elementi esoterici, perfettamente resi dai magnifici disegni di Tomm Coker, realistici e ombrosi. Il ritmo della storia è quasi cinematografico, proprio grazie alla splendida sceneggiatura di ampio respiro scritta da Hickman. Un soggetto perfetto per un film, o una serie TV.

Black Monday - Gloria a Dio MammonaMondadori

5 - Nameless

Uno degli splendidi disegni di NamelessHDImage Comics

Nameless (qui la recensione) è una miniserie a fumetti creata dal genio britannico Grant MorrisonChris Burnham

La trama di Nameless ruota attorno ad un asteroide che sta per schiantarsi sulla Terra. Un gruppo di dodici astronauti (ovvi i riferimenti ai dodici apostoli di Gesù) è incaricato di deviarne la traiettoria prima dell'imminente impatto, previsto tra 33 (l'età di Cristo) giorni. Una trama semplice ma che nasconde molti significati: Nameless, infatti, non è un fumetto adatto a tutti.

Nameless non è una semplice storia, ma una sorta di trip allucinogeno che Morrison dispiega su più piani narrativi che si presta a diverse interpretazioni e letture.

C'è un po' di tutto in Nameless: un gruppo di astronauti che deve deviare la rotta di un asteroide in rotta con la terra - un po' come in Armaggedon - Giudizio finale -, divinità proveniente da un altro piano che la nostra mente non riesce neanche a concepire - i riferimenti a Lovecraft sono chiari e limpidi - e medium esperti dell'occulto.

Nameless va letto e riletto, ogni volta, se possibili, con una chiave di lettura diversa. La storia - ricca di simbolismo ed esoterismo - è disegnata dal bravissimo Chris Burnham.

Nameless in edizione specialeSaldaPress

Quali fumetti vi piacerebbe vedere sotto forma di serie TV o film?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.