FOX

Hellboy: Mike Mignola ci parla del nuovo film!

di -

In occasione dell'arrivo nei cinema di Hellboy abbiamo avuto l'occasione di scambiare due parole sul film con Mike Mignola, il papà del Diavolo Rosso. La nostra intervista.

100 condivisioni 0 commenti

Condividi

Manca ormai pochissimo al ritorno sul grande schermo del Diavolo Rosso più famoso del mondo dei fumetti. L'11 aprile arriverà infatti nei cinema italiani Hellboy, nuova trasposizione cinematografica delle avventure del celebre personaggio nato dalla matita di Mike Mignola.

Proprio con quest'ultimo, anche co-sceneggiatore della pellicola, abbiamo avuto modo di parlare del film, un reboot totale della saga che vedrà nei panni del protagonista l'attore di Stranger Things David Harbour. Ve la proponiamo di seguito.

Era il 1993 quando creasti Hellboy, la tua creatura più famosa. Come è cambiato il personaggio dalle sue origini a oggi?

Beh, sicuramente è invecchiato un bel po'! Direi che è diventato più maturo, molto più tranquillo e pacato. Dopotutto è morto ed è andato all'inferno, ha avuto il suo bel daffare nel corso di questi venticinque anni.

Venticinque anni che lo hanno anche visto due volte sul grande schermo e con una terza incursione in arrivo a breve nelle sale.

Non c'è dubbio che il ragazzone sappia come tenersi impegnato.

Parlando del nuovo lungometraggio che lo vedrà protagonista, un reboot della saga diretto da Neil Marshall, dal trailer sembra che il film avrà un approccio del tutto differente rispetto alle due pellicole dirette da del Toro.

Già da prima che Neil fosse coinvolto nel progetto, quando ancora l'idea di fare un reboot di Hellboy era appunto solo un'idea, desideravo vedere il personaggio in un contesto più oscuro, da vero film dell'orrore. Quando poi Neil è salito a bordo, è apparso ancora più chiaro che questo nuovo lungometraggio avrebbe avuto una personalità ben diversa da quella dei due diretti da del Toro. Tant'è vero che questo reboot sarà pure rated R, vietato ai minori.

Il poster italiano di HellboyHDM2 Pictures
Il poster italiano di Hellboy, dall'11 aprile al cinema

Si può dunque dire che, dopo aver visto il film, avremmo assistito alle due principali anime di Hellboy sul grande schermo.

Assolutamente. I fumetti di Hellboy sono un mix di fantasy e horror e anche le due saghe cinematografiche seguono la stessa strada. Se però Guillermo ha spinto prevalentemente l'acceleratore su tematiche e scenari da favola gotica, Neil ha messo in campo la componente orrorifica della sua cinematografia, puntando tutto su sangue e budella. Non avrei davvero potuto chiedere di meglio.

In questo nuovo adattamento a vestire i panni del Diavolo Rosso troviamo David Harbour, noto al grande pubblico per essere una delle star principali di Stranger Things. Quanto diversa è la sua caratterizzazione di Hellboy rispetto a quella data da Ron Perlman?

Questa è in assoluto una delle domande più difficili a cui rispondere, perché entrambi gli attori hanno messo gran parte della loro personalità nella caratterizzazione del personaggio. Bisogna però dire che la storia narrata nel primo film di del Toro è molto distante da quella che troviamo nella pellicola di Neil Marshall. Se ti ricordi, nel lungometraggio del 2004 era presente una forte componente romantica...

Certo, la tormentata storia d'amore tra Hellboy e Liz Sherman.

Esattamente. Il Diavolo Rosso di Ron rifletteva tantissimo questo elemento, era una figura malinconica, a tratti quasi triste. In questo nuovo film non vedrete niente del genere, non c'è nessuna storia d'amore. La grande relazione che Hellboy ha nella pellicola è quella con suo padre, un rapporto di tutt'altro tono che ha conseguenze totalmente diverse sul personaggio.

A giudicare dai trailer, mi sembra poi di capire che in questo riavvio della saga il nostro protagonista non si faccia troppi problemi a mostrarsi in pubblico, al contrario di quanto accadeva nei vecchi film.

Questo è un altro elemento che incideva pesantemente sulla performance di Ron. Il suo Hellboy viveva nascosto, era una meraviglia che andava tenuta segreta alla gente. Gran parte del dramma del personaggio nasceva proprio dalla sua voglia di uscire da questa condizione. Il Diavolo Rosso di David è invece una figura pubblica, uno che se ne va in giro per strada con i capelli scompigliati senza farsi troppi problemi. Vi assicuro che vi troverete di fronte a una versione tutta nuova del personaggio.

Nel nuovo film sembra infine essere assente il personaggio di Abe Sapien, tra i più iconici della serie a fumetti e delle due pellicole dirette da Del Toro.

Sì, ti confermo che non vedrete Abe sul grande schermo questa volta. Inizialmente doveva esserci, ma durante la stesura del soggetto ci siamo resi conto che era una figura ormai fin troppo radicata nell'immaginario di Guillermo, quindi abbiamo preferito lasciarlo fuori. In compenso avrete la possibilità di fare la conoscenza di Alice Monaghan e Ben Daimio, i nuovi membri della task force di Hellboy, che spero amerete come avete amato Abe.

Il team d'azione che vedremo nel nuovo HellboyHDM2 Pictures
In questo film la squadra di Hellboy sarà composta da Alice Monaghan e Ben Daimio

Una decina di anni fa sono stati prodotti due film animati dedicati a Hellboy. Pensando a quanto l'animazione si è evoluta nell'ultimo decennio, cito l'esempio Spider-Man: Un nuovo universo, cosa ne penseresti di un nuovo adattamento della tua creatura anche in questa forma? Magari qualcosa che riprenda più da vicino il tuo particolare stile di disegno.

Ti dirò la verità, ho sempre avuto problemi quando le persone hanno provato a mettere in animazione il mio stile. Un esempio è Atlantis - L'impero perduto di Disney. Quando venne fuori l'idea dei film animati di Hellboy, una delle prime cose che dissi fu: "per favore, non provate a farlo nel mio stile. Cercate di fare qualcosa di diverso". Ovviamente mi piace quando le persone provano in qualche modo a citare il mio lavoro, ma... Non dico che non possa venir fuori qualcosa di carino, però non saprei. Più ci vanno vicino e più divento critico nei confronti dei loro lavori. La versione di Mike esiste ed esiste nei libri, questa è la cosa buona, non sento il bisogno di essere imitato da altre persone perché il mio lavoro è già là fuori.

Il primo Omnibus di HellboyHDMagic Press
Nel frattempo, in Italia, Magic Press ristampa l'intera serie di Hellboy in formato Omnibus

Ultima domanda. Sappiamo che B.P.R.D. si concluderà con il numero 160. Quali sono i prossimi progetti per l'universo a fumetti di Hellboy?

Usciranno nuove avventure di sir Edward Grey, il protagonista di Witchfinder, e anche Hellboy godrà di moltissime nuove storie. Alcune le ho già scritte, altre sono in lavorazione proprio adesso. C'è davvero un sacco di roba in cantiere legata a questo universo e sono felice di poterti dire che la fine di tutto non arriverà tanto presto. Lobster Johnson è un altro personaggio che rivedrete molto presto. Spero davvero che questo nuovo Hellboy cinematografico abbia successo perché vorrei realizzare vari spin-off a fumetti sui comprimari presenti nel film.

Hellboy (2019)

Data uscita in Italia: 11 aprile 2019 voto 4
  • Titolo originale: Hellboy

  • Genere: Avventura, Azione, Fantascienza, Fantasy

  • Nazione: Stati Uniti d'America

  • Regista: Neil Marshall

  • Durata: 120 min

  • Cast: David Harbour, Milla Jovovich, Ian McShane, Alistair Petrie, Daniel Dae Kim, Sasha Lane, Penelope Mitchell, Thomas Haden Church, Sophie Okonedo, Brian Gleeson, ...

Hellboy arriverà nelle sale italiane l'11 aprile, distribuito da M2 Pictures. Del cast della pellicola fanno parte David Harbour (Hellboy), Milla Jovovich (la strega Nimue), Ian McShane (il Professor Bruttenholm), Sasha Lane (Alice Monaghan) e Daniel Dae Kim (Ben Daimio).

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.