FOX

Rain Man - L'uomo della pioggia, trama e significato del film

di - | aggiornato

Il premio Oscar Dustin Hoffman e Tom Cruise interpretano due fratelli in Rain Man - L'uomo della pioggia, il film capolavoro del 1988 diretto dal regista Barry Levinson.

Dustin Hoffman e Tom Cruise Metro-Goldwyn-Mayer

227 condivisioni 0 commenti

Condividi

Charlie Babbit è un venditore di automobili di lusso pieno di debiti. Dopo la morte di suo padre, il giovane scopre che l'unico erede dell'immenso patrimonio di famiglia Raymond, il fratello autistico che non ha mai conosciuto, ricoverato in un istituto di rieducazione per disabili.

Diretto da Barry Levinson nel 1988, Rain Man - L'uomo della pioggia è la toccante ed intensa pellicola di genere drammatico che vede protagonisti il premio Oscar Dustin Hoffman e Tom Cruise. Nel cast troviamo anche l'attrice italiana Valeria Golino nei panni di Susanna, la fidanzata del personaggio interpretato da Tom Cruise. 

Prodotto con un budget di soli 25 milioni, il film è stato un grandissimo successo al botteghino, dove è riuscito ad incassare oltre 350 milioni in tutto il mondo. Rain Man - L'uomo della pioggia è stato elogiato anche dalla critica soprattutto per l'interpretazione di Dustin Hoffman e per la sceneggiatura firmata da Ronald Bass e Barry Morrow.

La pellicola ha inoltre ottenuto diversi riconoscimenti importanti, tra cui 4 premi Oscar per Miglior film, Miglior regia, Miglior attore protagonista e Miglior sceneggiatura originale. Il film di Barry Levinson si è anche aggiudicato l'Orso d'oro al Festival internazionale del cinema di Berlino nel 1989. 

Il poster italiano di Rain Man - L'uomo della pioggiaMetro-Goldwyn-Mayer

Inizialmente il film doveva essere diretto dal premio Oscar Steven Spielberg, ma il regista dovette rinunciare in quanto impegnato già con Indiana Jones e l'ultima crociata. La produzione poi prese in considerazione Martin Brest e Sydney Pollack prima di scegliere Barry Levinson.

Stesso discorso anche per i ruoli principali della pellicola, con Bill Murray che avrebbe dovuto interpretare Raymond, mentre Dustin Hoffman era stato scelto per la parte di Charlie. Alla fine però Hoffman decise di voler vestire i panni del fratello autistico, e il ruolo del co-protagonista venne affidato a Tom Cruise, fresco del successo di Top Gun.

Il personaggio di Raymond è stato ispirato a Laurence Kim Peek, una persona affetta dalla sindrome del savant con un'incredibile memoria eidetica e con disturbi dello sviluppo psicologico.

Rain Man - L'uomo della pioggia è stato molto citato sia in altre pellicole degli anni '90 che in serie televisive. Una delle citazioni e parodie più famose è sicuramente quella de I Simpson. In un episodio della quinta stagione Homer fa il croupier di Blackjack nel casinò del Sig. Burns e al tavolo sono seduti proprio Raymond e Charlie. Quando i due stanno per lasciare il gioco dopo l'ennesima vincita, Homer tenta di fermarli e prega Raymond di fare nuovamente "quella cosa con le carte" (ossia il contarle). L'uomo inizia ad agitarsi molto ed Homer impazzisce insieme a lui. 

Il regista Barry Levinson appare nel film in un piccolo cameo, verso la fine, nel ruolo di un medico fiscale. Ma scopriamo adesso la trama ed il significato di Rain Man - L'uomo della pioggia.

La trama e il cast di Rain Man - L'uomo della pioggia

Dustin Hoffman e Tom CruiseHDMetro-Goldwyn-Mayer

La trama ruota intorno a Charlie Babbit (Tom Cruise), un giovane commerciante di auto che, dopo la morte di suo padre, scopre che l'unico a beneficiare del cospicuo patrimonio familiare è suo fratello maggiore Raymond (Dustin Hoffman). Quest'ultimo è affetto da autismo e si trova ricoverato in una clinica rieducativa per disabili di Wallbrook. Indebitato a causa di investimenti sbagliati e arrabbiato per la mancata eredità, Charlie decide di portare via Raymond dall'istituto, convinto così di poter riuscire a diventarne il suo tutore e di conseguenza beneficiare del patrimonio di suo padre.

Dopo il "rapimento" di suo fratello, Charlie cerca di convincere il dottore di Raymond a riprenderlo in clinica, a patto di ricevere la metà dell'eredità che secondo lui gli spetta. Il medico si rifiuta e Charlie decide di mettersi in viaggio con suo fratello verso Los Angeles in auto, in quanto Raymond non può volare vista la sua paura degli aerei. Durante il tragitto, che si fa più lungo del previsto a causa delle tante necessità di Raymond, Charlie inizia finalmente a conoscere suo fratello, scoprendo che possiede anche una memoria incredibile e una grande facilità di calcolo.

Con il passare dei giorni, Charlie si affeziona molto a Raymond e scopre che è la stessa persona che da piccolo gli cantava le canzoni e che lui chiamava scherzosamente Rain Man. Capisce così che quello che credeva essere solo il frutto della sua immaginazione altro non era che suo fratello, che i suoi genitori avevano portato via per timore che Raymond potesse fargli del male involontariamente.

Il premio Oscar Dustin Hoffman e Tom CruiseHDMetro-Goldwyn-Mayer

Charlie, dopo aver scoperto le straordinarie capacità di suo fratello, decide di sfruttarle portandolo in un casinò di Las Vegas per farlo giocare al tavolo verde. Il suo piano funziona e, grazie alle vincite ottenute da Raymond, riesce a pagare tutti i suoi debiti. Charlie decide poi di riprendere i rapporti con la sua ex fidanzata, Susanna (Valeria Golino), e di chiedere l'affidamento ufficiale di suo fratello.

Tuttavia, dopo un incidente che manda nel panico Raymond a causa di un allarme antincendio, Charlie capisce che non potrà gestire suo fratello da solo. Decide così di riportarlo nella clinica, rinunciando sia al patrimonio paterno che a un assegno di 250mila dollari che il medico di Raymond gli ha offerto su precise indicazioni di suo padre. Una volta tornato nell'istituto di Wallbrook, Charlie promette a suo fratello che andrà a trovarlo molto spesso. 

Nel cast di Rain Man - L'uomo della pioggia, oltre a Dustin Hoffman e Tom Cruise, troviamo anche Valeria Golino, Jerry Molen, Jack Murdock, Lucinda Jenney, Bonnie Hunt, Michael D. Roberts, Kim Robillard e Ralph Seymour.

Ecco il cast completo del film:

  • Dustin Hoffman: Raymond Babbitt
  • Tom Cruise: Charlie Babbitt
  • Valeria Golino: Susanna
  • Gerald R. Molen: dottor Bruner
  • Jack Murdock: John Mooney
  • Michael D. Roberts: Vern
  • Ralph Seymour: Lenny
  • Lucinda Jenney: Iris
  • Bonnie Hunt: Sally Dibbs
  • Beth Grant: signora della fattoria coi bambini
  • Ray Baker: sig. Kelso
  • Barry Levinson: medico fiscale

Il significato del film con Dustin Hoffman e Tom Cruise

Tom Cruise e Dustin HoffmanHDMetro-Goldwyn-Mayer

Rain Man - L'uomo della pioggia, oltre ad essere un film drammatico molto emozionante, è una pellicola che affronta una tematica molto difficile e spesso poco trattata sul grande schermo, l'autismo.

Grazie alla straordinaria interpretazione di Dustin Hoffman, che gli è valsa l'Oscar come Miglior attore protagonista, lo spettatore riesce a comprendere meglio ogni aspetto di questo disturbo, entrando quasi in empatia con Raymond e il piccolo mondo in cui vive.

Spesso le persone affette da autismo hanno una sensibilità fuori dal comune e riescono a sentire e comprendere gli altri solo osservando i loro gesti. Il film ci mostra inoltre quanto sia complicato riuscire a stabilire un contatto con chi soffre di autismo come Raymond. Ma quando finalmente suo fratello Charlie riesce a trovare lo spiraglio giusto per interagire con lui, tra i due si instaura un rapporto molto intenso e speciale.

Il viaggio che i due affrontano per arrivare a Los Angeles viene visto quindi come una metafora del complesso percorso che devono fare prima di poter riuscire a conoscersi a fondo. Se per Raymond è anche un'opportunità di uscire fuori dal suo universo, chiuso e dalla sua quotidianità, per Charlie, preso solo da se stesso e dalla sua fame di successo, il viaggio rappresenta l'occasione di riuscire finalmente a cambiare.

Grazie a suo fratello, Charlie comprende quali sono le cose davvero importanti nella vita e riscopre un'emotività perduta. Rain Man - L'uomo della pioggia alla fine spinge lo stesso spettatore a porsi delle domande su se stesso e sulla sua intera esistenza. Insomma: il film di Barry Levinson è uno di quei capolavori del cinema che andrebbero visti e rivisti sempre. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.