FoxCrime

Harvey Weinstein si vanta di aver lanciato la carriera di Jennifer Lawrence: lei nega ogni rapporto sessuale

di - | aggiornato

Jennifer Lawrence è stata tirata in ballo quando Harvey Weinstein è stato nuovamente accusato di violenza sessuale. Il produttore si sarebbe vantato di averla portata a letto, ma l'attrice nega.

163 condivisioni 0 commenti

Condividi

Emergono nuovi dettagli sul caso Harvey Weinstein. Deadline riporta che il magnate di Hollywood è stato accusato di violenza sessuale da un'attrice che per il momento vuole restare anonima. La donna ha raccontato la sua esperienza col produttore, descrivendo uno scenario simile a quello che già abbiamo ascoltato molte volte. Weinstein avrebbe aggredito sessualmente la giovane attrice durante un incontro di lavoro e, secondo i documenti in possesso della Corte Suprema di Los Angeles, presentati dall'accusa lo scorso giovedì 13 dicembre, Weinstein le avrebbe ripetutamente mostrato le sue parti intime, forzandola ad avere un rapporto orale.

Secondo quanto riportato dalla ragazza, dopo un primo incontro avvenuto al Sundance Film Festival nel 2013, un assistente di Weinstein avrebbe organizzato un appuntamento. Il meeting, volto all'apparenza a discutere del potenziale futuro hollywoodiano della giovane, che allora aveva soli 22 anni, si sarebbe trasformato in un incubo a occhi aperti. Weinstein ci avrebbe provato spudoratamente, l'avrebbe poi seguita in bagno e avrebbe eiaculato sulla sua gonna. L'allora aspirante attrice ha detto di essere rimasta sconvolta dall'atteggiamento di Weinstein, ma di aver accettato un secondo incontro dietro suggerimento del suo agente. La giovane donna avrebbe chiarito immediatamente la situazione con il produttore, dicendo di voler mantenere il rapporto su un livello strettamente professionale. Weinstein non avrebbe accettato la richiesta e avrebbe nuovamente seguito l'attrice in bagno chiedendole di seguirlo nella sua camera d'albergo.

Nel racconto dell'attrice c'è un dettaglio che ha incuriosito i più. E!News scrive che, tra le dichiarazioni fatte, l'anonima ha ricordato che Weinstein le avrebbe detto:

Sono andato a letto con Jennifer Lawrence e guarda dov'è ora: ha vinto un Oscar!

L'attrice di Hunger Games non ha tardato a rispondere, negando ogni rapporto sessuale.

C'è sempre e solo stata una relazione professionale tra noi. Questo è solo un altro esempio delle tattiche predatorie e delle bugie di cui Weinstein si avvale per ingannare molte donne.

Jennifer Lawrence ha sempre detto di non essere mai stata una vittima di Harvey Weinstein e di sentire il cuore spezzarsi al pensiero delle donne che invece non sono state altrettanto fortunate.

L'attrice ha aggiunto:

Weinstein si è sempre comportato in modo quasi paterno con me. Non ha mai avuto atteggiamenti inappropriati. Avevamo una bella intesa. Se lui faceva il co*****e, io lo chiamavo co*****e. Anzi, credo di aver usato le parole 'mostro sadico', ma non lo è mai stato davvero con me.

Un portavoce di Weinstein ha commentato i documenti in possesso della Corte definendoli pieni di bugie.

Il solo scopo dell'accusa è mettere in imbarazzo il Sig. Weinstein attirando l'attenzione dei media. Non c'è nessuna verità tra quei capi d'accusa. Il Sig. Weinstein si sente in imbarazzo per la signorina Lawrence, con la quale ha sempre avuto un rapporto professionale basato sul rispetto. Questo è solo un tentativo di diffamazione che non ha nessun riscontro con la realtà dei fatti.

Harvey Weinstein affronterà un processo il 20 dicembre a New York e solo allora scopriremo se sarà giudicato colpevole o innocente.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.