FOX

Un robot di Amazon USA manda 24 persone all'ospedale: Skynet è fra noi?

di -

Un incidente si è verificato alcuni giorni fa in un magazzino Amazon negli USA dove 24 dipendenti sono stati ricoverati in ospedale e a provocarlo è stato un robot.

Amazon Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Skynet, la rete di supercomputer senziente della saga di Terminator, forse esiste davvero. È questo che avranno pensato i 24 dipendenti dello stabilimento Amazon di Robbinsville, nel New Jersey (USA), finiti all'ospedale per colpa di un robot.

Secondo quanto riportato da ABC News, la macchina avrebbe perforato accidentalmente una lattina spray repellente per orsi che ha rilasciato nell'aria della capsaicina, un composto chimico presente nel peperoncino che ne causa il caratteristico bruciore.

Sul posto sono intervenuti subito i vigili del fuoco di Robbinsville e i 24 lavoratori, uno di loro in condizioni critiche, sono stati trasportati nei diversi ospedali presenti nelle vicinanze del magazzino. I dirigenti del colosso dell'e-commerce hanno parlato così dell'accaduto:

Nel nostro centro di Robbinsville, una bomboletta spray è stata danneggiata ed ha erogato forti fumi in un'area della struttura. Tutti i dipendenti in quella zona sono stati trasferiti in un luogo sicuro mentre quelli colpiti dai fumi sono stati curati sul posto. A scopo precauzionale, alcuni dipendenti sono stati invece trasportati negli ospedali locali per ricevere tutte le cure del caso.

Amazon ha poi voluto ribadire quanto la sicurezza dei propri dipendenti sia una massima priorità. 

Tutti i dipendenti coinvolti in questo incidente sono stati o dovrebbero essere dimessi dall'ospedale entro le prossime 24 ore. La sicurezza dei nostri lavoratori è sempre la nostra massima priorità ed è già stata avviata un'indagine approfondita. Vorremmo poi ringraziare tutti i primi soccorritori che ci hanno aiutato oggi. 

La vicenda ha riacceso così i riflettori sulla sicurezza sul posto di lavoro e su quanto accaduto a Robbinsville è intervenuta anche l’Unione al dettaglio, all'ingrosso e dei grandi magazzini (RWDSU) americana. Queste le parole del presidente Stuart Appelbaum rilasciate in un comunicato:

I robot automatici di Amazon oggi hanno messo a rischio la vita delle persone, le conseguenze potrebbero essere catastrofiche e gli effetti a lungo termine su oltre 80 dipendenti sono sconosciute. L'azienda più ricca del mondo non può continuare a cavarsela quando mette a rischio la vita delle persone che lavorano sodo. Il nostro sindacato non si arrenderà fino a quando Amazon non verrà riconosciuta responsabile di tutto ciò e anche di molte altre pratiche pericolose.

Insomma davvero un altro brutto episodio per la nota azienda americana, finita spesso al centro delle polemiche proprio a causa delle condizioni di lavoro dei proprio dipendenti e l'impiego dei nuovi robot negli stabilimenti.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.