FOX

Maze Runner 3 - La Rivelazione, trama, finale e differenze rispetto al libro

di - | aggiornato

Ll'ultimo capitolo della saga di Maze Runner è uscito nelle sale. E i fan hanno detto addio alla storia di Thomas e i suoi amici.

118 condivisioni 0 commenti

Condividi

Negli ultimi anni, la saga di Maze Runner è stata uno dei maggior successi del genere distopico per giovani, sia di critica che di box-office.
Tre romanzi, tre film diretti dallo stesso regista: l'emergente Wes Ball che con Maze Runner ha dato prova di grandi capacità. Così come il cast di giovani attori, capitanato dall'ex star di Teen Wolf, Dylan O'Brien.

Il capitolo conclusivo della saga nata dalla penna di James Dashner ha ottenuto circa 288 milioni al botteghino mondiale, dopo una sofferta produzione che include il terribile incidente di Dylan O'Brien sul set che ha rimandato le riprese del film per un lungo periodo.

Ora che la saga è giunta al termine, ricapitoliamo tutto quello che sappiamo sull'ultimo film – e il suo corrispettivo romanzo –, dalla trama al finale.

Maze Runner – La rivelazione, la trama

Nel terzo capitolo della saga, la condizione in cui si trovano Thomas (Dylan O'Brien) e i suoi amici non è delle migliori: Minho (Ki Hong Lee) è stato catturato dall'organizzazione W.C.K.D e il piano di Thomas è al limite della follia, ma anche l'unico accettabile. Per salvare il loro amico dalle grinfie dell'organizzazione di Janson (Aidan Gillen) e il suo centro operativo, Thomas viaggia in cerca dell'Ultima Città, un luogo leggendario in cui Minho potrebbe essere tenuto prigioniero.

L'Ultima Città, però, non è altro che un nuovo labirinto mortale che metterà a dura prova la forza e i legami tra Thomas e il gruppo di ribelli a cui è capo. Il primo passo è quello di costringere Teresa (Kaya Scodelario) ad aiutarli con la forza, dopo il tradimento da parte della ragazza. Non esistono buoni o cattivi neppure in Maze Runner - La rivelazione, dove i colpi di scena e delle tragiche scelte costringeranno i protagonisti a venire a patti con la loro coscienze. 

Dylan O'Brien in Maze Runner20th Century Fox
Dylan O'Brien è Thomas nella saga di Maze Runner

Le differenze tra libro e film

Di cambiamenti, nel passaggio dal libro al film, ne sono stati fatti tanti. Come si sa, il successo di un romanzo non decreta in automatico quello del suo adattamento cinematografico: ci sono scelte che si compiono per il bene del grande schermo e della drammaturgia.

Forse per questo, tra il libro e il film di Maze Runner - La rivelazione ci sono un bel po' di differenze, alcune più importanti di altre. 
Eccole.

  • Il film inizia con il tentativo di salvare Minho da W.C.K.D., in una splendida sequenza d'azione con il treno. Ma l'inizio del libro è totalmente diverso: Thomas si risveglia prigioniero di W.C.K.D. e lo resta per mesi prima di riuscire a scappare.
  • Nel libro Minho non si è mai diviso dal resto del gruppo, mentre nel film salvarlo dall'organizzazione diventa una parte fondamentale della storia.
  • Il cancelliere Ava Paige non compare mai in carne ed ossa nei libri. Nell'adattamento cinematografico di Maze Runner - La rivelazione, Ava – interpretata da Patricia Clarkson – è decisamente più presente.
  • La lettera che Newt, dopo aver confessato di essere infettato, consegna a Thomas poco prima di andare via viene aperta quasi subito dal protagonista. Newt gli chiede di ucciderlo in nome della loro amicizia. Nel film, però, Newt consegna a Thomas una mini capsula che il ragazzo apre solo nella scena finale del film. La lettera di Newt è una riflessione su quello che loro hanno passato e su quanto incredibile sia stato Thomas come amico.
  • Nel libro Janson rivela quasi immediatamente chi è immune e chi no. In questo modo si scopre che Newt potrebbe essere infettato. Mentre nel libro, visto il cambiamento di situazione iniziale, non esiste questa scena e il virus di Newt arriva all'improvviso.
  • La linea narrativa dedicata a Teresa, nel libro, consiste nell'ambiguità della sua lealtà nei confronti di W.C.K.D. e dei ribelli. Ad un certo punto Thomas assiste ad una sua fuga con altri ragazzi scoprendo quindi il doppio gioco della ragazza. Nel film, invece, l'intera storyline viene cancellata in favore di scene in cui Teresa è solo assolutamente decisa a fare esperimenti su Minho per cercare la cura.
  • Non viene mai fatto riferimento ad altre città esistenti nel film, se non una sola, l'Ultima Città di cui non si dice mai il nome. Nel libro, invece, i protagonisti credono ci siano rimaste più città in piedi ma quella che cercano loro è a Denver, in Colorado.
  • Il viaggio verso l'Ultima Città nel libro è dovuto alla ricerca di Hans, un uomo che lavorava per W.C.K.D. e che può aiutare i ribelli a disfarsi dei loro cip per non farsi controllare dall'organizzazione. Nel film il personaggio di Hans non esiste e l'unico motivo per cui il gruppo si reca nell'Ultima Città è per trovare Minho.
  • Nel libro, l'arrivo nel quartier generale di W.C.K.D. è dovuto ad una collaborazione tra Thomas e il gruppo ribelle del Braccio Destro. Lo scopo è quello di disattivare dall'interno tutte le armi di W.C.K.D. per dare un vantaggio all'invasione dei ribelli. Nel film, invece, Thomas e i suoi amici rapiscono Teresa e la usano per entrare nel quartier generale.
  • Nel libro Newt chiede a Thomas di ucciderlo e, in onore della loro bellissima amicizia, a malincuore Thomas spara al ragazzo. Nel film, invece, Newt ormai diventato quasi completamente uno Spaccato, attacca Thomas e per errore si pugnala, morendo tra le braccia di Thomas.
  • Nel libro Janson muore per mano di Thomas che lo strangola fino a farlo morire. Nel film il personaggio del terribile leader di W.C.K.D. viene ucciso da un gruppo di Spaccati che Thomas libera per allontanare Janson dalla sua fuga.

Il finale del film

Tutto è bene quel che finisce bene, ma mai completamente. Non poteva essere altrimenti per una serie che sin da subito ha raccontato il sospetto e il terrore giovanile nei confronti di un mondo adulto che lo manipola e si dimostra sempre criptico nelle sue intenzioni. Nel finale di Maze Runner - La rivelazione, Thomas ha uno scontro finale con Janson, capo dell'organizzazione W.C.K.D che vuole utilizzare il suo sangue – immune all'epidemia come altri ribelli selezionati – per curare gli infetti dall'Apocalisse. Thomas è speciale, così come Teresa – ma non Newt, ad esempio, che muore proprio a causa della trasformazione in Spaccato.
Nello scontro, Thomas – aiutato anche da Teresa – riesce ad uccidere Janson lasciandolo in pasto agli Spaccati, coloro che sono stati esposti al virus. 
Nonostante il ragazzo sia quasi in fin di vita dopo essere stato colpito al petto dalla pistola di Janson, riesce a salvarsi al contrario di Teresa che cade nel crollo del palazzo e non riesce a salire sull'elicottero di salvataggio. 

Nel finale, Thomas è ormai in cerca di serenità, sulla spiaggia di Porto Sicuro, dove riflette su ciò che è successo leggendo la lettera di Newt e, soprattutto, sulla certezza che l'epidemia non è ancora stata fermata. Perlomeno, adesso, possono cominciare a sperare nell'inizio di una nuova vita.

Che ne pensate della saga di Maze Runner? Anche voi siete fan dei Velocisti più famosi della cultura pop?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.