FoxCrime  

FoxCrime Criminal Minds: il serial killer Principe delle Tenebre

di -

Non è solo il Principe delle Tenebre, è anche il Principe dei serial killer di Criminal Minds: il mostro che vanta centinaia di vittime...

127 condivisioni 0 commenti

Condividi

In occasione dell'arrivo su FoxCrime di un canale dedicato a Criminal Minds, ripercorriamo le gesta di alcuni dei serial killer più feroci della serie.

Protagonista di un doppio episodio - il finale della quinta stagione e la première della sesta - Billy Flynn è meglio conosciuto come il Principe delle Tenebre (dalla traduzione dell'originale Prince of Darkness). Assassino seriale, stupratore, rapitore e killer di poliziotti, racchiude in sé il peggio di tutti i criminali braccati dalla squadra della BAU, qualificandosi come il più terribile fra i nemici della giustizia.

Interpretato da Tim Curry (The Rocky Horror Picture Show, It), Billy Flynn è fra gli assassini più prolifici di Criminal Minds, con centinaia di vittime alle spalle.

Un'infanzia terribile: da vittima a serial killer

La crudeltà di Billy Flynn nasce in famiglia: la madre, prostituta e tossicodipendente, lo nasconde in camera ogni volta che riceve un cliente, lasciando aperto l'armadio quel tanto che basta affinché Billy finisca per assistere a ogni incontro sessuale della donna. Ma il peggio arriva in seguito, quando la madre di Billy permette ai suoi clienti di abusare di lui dietro pagamento: pochi soldi per comprarsi la droga.

All'età di tredici anni uccide la madre e uno dei suoi clienti, costringendolo a implorare pietà. Minorenne, finisce in riformatorio e viene rilasciato cinque anni più tardi. Billy inizia a rubare, a fare irruzione nelle case della California (nello stesso periodo storico in cui agisce il vero serial killer Richard Ramirez, noto come The Night Stalker).

Dai furti Billy passa alle aggressioni, agli stupri e agli omicidi degli abitanti delle case in cui ruba, lasciando sempre un sopravvissuto sia per raccontare le sue gesta che per creare altri come lui: uomini traumatizzati dalla violenza alla quale sono stati costretti ad assistere. Billy agisce in tutti gli Stati Uniti, spostandosi di Stato in Stato, uccidendo e lasciando sempre un testimone vivo. Inizia a fare uso di droga, principalmente metanfetamina, e diventa un accanito fumatore.

Uno dei testimoni lasciati vivi da Billy, Matt Spicer, è solo un bambino quando il Principe della Tenebre uccide i suoi genitori. E sua sorella Kristin, lasciata in vita anche lei, è molto piccola. Molti anni dopo, Billy scopre che Matt è diventato un detective della polizia di Los Angeles e che ha una famiglia. 

Così, torna in California per dargli la caccia.

L'incontro con la BAU e il faccia a faccia con Morgan

Nel primo dei due episodi di Criminal Minds che lo vedono protagonista, Billy si trova in California: sta commettendo omicidi nel distretto in cui sa che verrà chiamato Matt a indagare sui suoi crimini.

Il suo modus operandi prevede che Billy agisca durante i blackout programmati, dovuti al grande consumo di energia elettrica per evitare che l'intera città resti al buio. Col favore delle tenebre - da qui il soprannome che gli viene dato, Principe delle Tenebre - agisce indisturbato finché la polizia decide di far sospendere i blackout programmati fino alla cattura dell'assassino.

Grazie alle sue provate abilità, Garcia riesce a ricondurre al killer tutti gli omicidi precedenti, fornendo alla squadra un quadro piuttosto chiaro del mostro con cui hanno a che fare. Inoltre, trova il legame con Matt e permette alla BAU - chiamata dalla polizia locale per catturare Flynn - di capire che le prossime vittime saranno Kristin ed Ellie, la sorella e la figlioletta di Matt. Matt e Morgan si recano presso la casa di Kristin, ma arrivano tardi: Billy ha tolto la corrente e rapito la donna e la bambina.

Grazie a un'intuizione, Morgan capisce dove le ha portate: nella vecchia casa di Matt e Kristin, a Santa Monica, dove Billy uccise la loro famiglia. Arrivati sul posto, Matt e Morgan scoprono che il killer ha tolto la corrente. Matt si rifiuta di aspettare i rinforzi e decide di entrare. Finirà malissimo: scioccato dalla voce di Billy, il cui suono rievoca in lui il dramma di molti anni prima, Matt viene ucciso.

Kristin è salva, ma Billy si allontana con la piccola Ellie, mentre Morgan gli promette che lo prenderà.

La svolta nelle indagini

Billy continua a uccidere, scoprendo che può usare Ellie come esca per le sue vittime e obbligandola a essere sua complice. La piccola cerca di chiamare aiuto, ma Billy riesce sempre a farla franca. In quel momento arriva la svolta nelle indagini: la BAU capisce che non era Matt il motivo del ritorno di Billy, bensì Ellie. Billy si sente padrone della bambina, perché se non avesse lasciato vivo Matt all'epoca dell'omicidio dei suoi, Ellie non sarebbe mai nata.

Billy sente che Ellie gli appartiene e vuole farne la sua piccola compagna di viaggio, omicidio dopo omicidio. In base a queste informazioni, dopo aver ottenuto il permesso di usare tutte le frequenze radio per rivolgersi al killer, JJ instaura un dialogo con Billy. Facendo leva sul suo passato, gli dice che sta procurando a Ellie lo stesso trauma che sua madre aveva inflitto a lui, convincendolo a lasciarla andare.

Ma non ad arrendersi.

Il tragico epilogo

Liberata Ellie, Billy prende in ostaggio una coppia. Ottiene che sia solo Morgan a entrare nella casa in cui tiene prigioniera la coppia e solo lì, Morgan intuisce qual è il piano di Billy: farsi uccidere. E quando sta per sparare alla donna in ostaggio, Morgan non ha altra scelta che precederlo, ponendo fine alla sua vita.

Il Principe della Tenebre non c'è più, ma la scia di morte che si è lasciato alle spalle non è ancora finita. Ellie dev'essere informata che Kristin è morta in ospedale, in seguito alle ferite inflitte da Billy. Rimasta sola, la piccola - molto coraggiosa fino a quel momento - si lascia andare a un pianto liberatorio.

Ispirato proprio a Richard Ramirez, Billy ha ucciso un numero imprecisato di persone, attaccando oltre duecento famiglie nell'arco della sua vita. Come Ramirez, uccideva con un'arma da fuoco durante intrusioni domestiche e chiudeva i bambini di casa dentro l'armadio mentre commetteva i suoi crimini.

La scelta di rendere Billy così simile a Ramirez, rappresenta un'eccezione nella serie: molti killer di Criminal Minds sono ispirati alla realtà, ma raramente le similitudini sono così marcate.

FoxCrime Criminal Minds vi aspetta ad agosto solo su FoxCrime+2

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.