FoxComedy

Scala la Statua della Libertà il 4 luglio: evacuazione di massa per i visitatori

di -

Durante le celebrazioni della Festa dell’Indipendenza a New York, una donna ha scalato la base della Statua della Libertà per protestare contro la politica migratoria USA.

Donna cerca di scalare la Statua della Libertà ABC

46 condivisioni 0 commenti

Condividi

Durante il 4 luglio 2018, giorno dell’Indipendenza americana, una donna ha scalato la base della Statua della Libertà per protestare contro le ultime scelte politiche di Donald Trump in merito all’immigrazione tra Messico e Stati Uniti.

Infatti, lo scorso mese di giugno, il presidente Trump ha firmato un ordine esecutivo che prevede la separazione dei figli degli immigrati clandestini dai loro genitori quando attraversano illegalmente il confine.

Secondo quanto riportato da TIME, una volta giunta a Liberty Island, la donna avrebbe iniziato ad arrampicarsi sul monumento per sedersi sulla base per circa due ore, urlando alle forze dell’ordine che non sarebbe mai scesa fino a quando i bambini non sarebbero stati rilasciati per poter finalmente riabbracciare i propri genitori.

Liberty Island: la polizia di New York mentre cerca di arrestare Therese Patricia Okoumou HDAFP

Intanto, per motivi di sicurezza, la polizia è stata costretta a far evacuare i 3mila turisti presenti a Liberty Island per ammirare e visitare la Statua della Libertà, prima di procedere all'arresto della donna che, secondo CNN, si chiama Therese Patricia Okoumou.

Il portale online, inoltre, ha riferito che la donna appartiene a Rise and Resist: un gruppo di attivisti impegnati a contrastare, interrompere e sconfiggere qualsiasi atto governativo che minaccia la democrazia, l'uguaglianza e le libertà civili negli Stati Uniti.

Liberty Island: la donna che si è arrampicata sulla base della Statua della Libertà è stata arrestataHDCNN

Joseph Quinn, uno dei responsabili di Rise and Resist e organizzatore del sit-in a Liberty Island, ha dichiarato che l’iniziativa della donna è stato un atto spontaneo e non previsto dalla protesta che doveva rimanere pacifica. 

L’account Twitter di Rise e Resist, inoltre, ha diffuso un breve comunicato stampa per dissociarsi completamente dall’azione intrapresa dalla "scalatrice":

Rise e Resist ha pianificato una protesta che prevedeva degli striscioni da mostrare vicino alla Statua della Libertà. La nostra protesta non includeva l'arrampicata sulla statua. La nostra protesta si è conclusa prima di questa vicenda. Ora la nostra priorità e preoccupazione è la sicurezza di quella donna.

Cosa ne pensate dell'iniziativa della donna di arrampicarsi su uno dei monumenti più celebri USA per protestare contro le politiche migratorie di Donald Trump?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.