FOX

Scarlett Johansson sarà un uomo transessuale in Rub & Tug (ed è già polemica)

Scarlett Johansson e Rupert Sanders sono di nuovo al centro delle polemiche. Dopo Ghost in the Shell, anche il loro nuovo film, Rub & Tug, è messo di fronte a gravi accuse.

Scarlett Johansson e Dante 'Tex' Gill Getty Images / Pittsburgh Police Dept.

246 condivisioni 0 commenti

Condividi

Scarlett Johansson tornerà presto a lavorare insieme al regista del controverso live-action su Ghost in the Shell. E se il suo primo sodalizio con Rupert Sanders è già stato oggetto di polemiche e intensi dibattiti, anche le discussioni attorno a questo progetto si preannunciano piuttosto turbolente.

Dal whitewashing, però, si passa a un altro tema molto caldo ad Hollywood, sempre legato alla rappresentazione e al rispetto delle minoranze. La Johansson ha infatti ottenuto il ruolo protagonista in Rub & Tug, un film basato sulla storia vera di Jean Marie Gill.

Gill era un boss del crimine nella Pittsburg degli anni '70, dove acquisì fama e potere costruendo un impero basato sullo spaccio illegale di steroidi anabolizzanti e centri massaggi di natura, per così dire, equivoca. La sua storia, però, s'intrecciava anche con il tema della transessualità.

Jean Marie Gill, infatti, si fece largo nel mondo della malavita assumendo in tutto e per tutto un'identità maschile, quella di Dante "Tex" Gill. Stando alle ricostruzioni storiche, però, la sua non era una semplice messinscena. Nel corso della sua vita, Gill rese molto chiaro che si identificava in tutto e per tutto con un uomo e potrebbe aver intrapreso persino i primi passi a livello medico per un cambio di sesso.

Il film di Sanders si è proposto di affrontare anche alcuni aspetti questa tematica. Rub & Tug dovrebbe infatti esplorare anche l'influenza di Gill sulla comunità gay dell'epoca (un fattore che aiutò la crescita del suo impero del crimine) e la sua complicata relazione con Cynthia Bruno, già definita "il cuore" della storia.

Dante Gill insieme alla moglie Cynthia BrunoHDRoss A. Catanza/The Pittsburgh Press
Dante Gill e la moglie Cynthia Bruno nel 1984

Che il ruolo di Gill sia stato affidato alla Johansson (donna che si identifica come tale) è una notizia che ha fatto storcere il naso a diversi membri della comunità LGBTQ+ e non solo. Il punto principale della critica sarebbe che il ruolo avrebbe potuto (e dovuto) essere affidato a un attore effettivamente transessuale.

L'aggravante sarebbe poi che Rub & Tug è stato annunciato come un film dove l'attrice interpreterà "una donna che si veste come un uomo": un particolare non da poco, che si ricollega all'intenso dibattito sulla "cancellazione delle minoranze" ad Hollywood, in questo caso di quella transessuale.

Dopo che i commenti negativi sul casting hanno iniziato a diffondersi su internet, la risposta della Johansson (riportato in anteprima da Bustle) è stata netta:

Dite [a chi si lamenta] che possono chiedere ai rappresentanti di Jeffrey Tambor, Jared Leto e Felicity Huffman per un commento.

I nomi tirati in gioco non sono casuali. Tutti e tre gli attori, infatti, sono cisgender esattamente come la Johansson (il genere loro affidato alla nascita coincide con quello con cui si identificano), ma sono stati celebrati per le loro interpretazioni di personaggi transgender.

Jeffrey Tambor è noto per il ruolo di Maura nella serie Transparent; Jared Leto è stato Rayon in Dallas Buyers Club (ruolo che gli valse l'Oscar nel 2014 come Miglior attore non protagonista); Felicity Huffman, infine, ha interpretato Bree in Transamerica.

Attendiamo di capire come si evolverà il dibattito.

(Via The Daily Dot, Deadline)

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.