FOX

Dark Souls è troppo difficile? Sekiro lo sarà di più, parola di Miyazaki

di -

Hidetaka Miyazaki, autore di Dark Souls e Bloodborne, ha discusso della difficoltà dei suoi titoli, promettendo che Sekiro: Shadows Die Twice vi darà ulteriormente filo da torcere.

Uno screenshot di Sekiro: Shadows Die Twice Activision

1k condivisioni 0 commenti

Condividi

I videogiochi firmati da Hidetaka Miyazaki, come la serie Dark Souls o Bloodborne, sono celebri anche e soprattutto per la loro difficoltà e per il livello di sfida che propongono al giocatore. In occasione dell'annuncio di Sekiro: Shadows Die Twice, la testa della software house From Software ha assicurato che il nuovo gioco non farà eccezione, spiegando anche perché non vuole consentire al giocatore di selezionare il livello di difficoltà.

Sekiro non farà sconti

Intervistato sulle pagine di GameSpot, il director ha assicurato che la proverbiale difficoltà delle sue opere sarà un punto cardine anche in Sekiro: Shadows Die Twice. Il gioco, in ogni caso, non è da considerarsi come un nuovo capitolo della saga Souls, sebbene condivida con essa questa peculiarità.

Certo, From Software avrebbe potuto decidere di includere un'opzione per selezionare la difficoltà in base al livello di sfida desiderato, ma Miyazaki è di diverso avviso: i suoi giochi devono essere vissuti allo stesso modo dall'intera community, che non deve essere frammentata. Secondo il director:

Non vogliamo includere la possibilità di selezionare la difficoltà perché vogliamo che tutti siano allo stesso livello di discussione e di divertimento. Vogliamo che tutti affrontino la sfida e la superino nel modo che si adatta meglio al loro stile di giocatori. Vogliamo che tutti sentano quel senso di soddisfazione, che si sentano euforici e si uniscano alla discussione partendo dallo stesso livello. Se ci fosse la selezione della difficoltà, pensiamo che la comunità degli utenti si frammenterebbe, perché le persone proprio in base alla difficoltà vivrebbero esperienze diverse. È una cosa di cui ci curiamo davvero tanto, quando progettiamo videogiochi: è sempre stato così per i titoli precedenti e sarà così anche per Sekiro.

Non si tratta, quindi, solo della voglia di dare filo da torcere ai giocatori, ma anche dell'intenzione di unirli e accomunarli in una sfida che si propone allo stesso (spietato) modo per tutti.

Uno screenshot di Sekiro: Shadows Die TwiceHDActivision
Le spade regneranno sovrane in Sekiro

Sekiro: Shadows Die Twice vi porrà nei panni di uno shinobi decaduto, nel Sedicesimo Secolo del periodo Sengoku del Giappone. Il protagonista ha perso un braccio nello scontro con un samurai ed è determinato a riavere il suo onore: per riuscirci, dovrà salvare il suo signore rapito dal samurai, affrontando i suoi incubi e la sua menomazione armato di katana e forza di volontà.

Il gioco non ha ancora una data d'uscita precisa ed è atteso per i primi mesi del 2019 su PCXbox OnePlayStation 4. Lo avete già aggiunto alla vostra lista dei desideri?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.