FoxCrime  

Darren Criss canta Gloria dedicandola a Gianni Versace

di -

L'interprete del killer Andrew Cunanan in American Crime Story: L'assassinio di Gianni Versace dedica Gloria, cantando in italiano, alla memoria di Gianni Versace.

Darren Criss dedica Gloria alla memoria di Versace Getty Images

780 condivisioni 1 commento

Condividi

L'abbiamo conosciuto nei panni dell'Usignolo Blaine Anderson in Glee, che gli sono valsi una nomination agli Emmy Awards. Poi l'abbiamo visto, e certamente non potremo dimenticarlo, immergersi con impressionante bravura nel personaggio scomodo del serial killer Andrew Cunanan, con American Horror Story: L'assassinio di Gianni Versace.

Darren Criss, nato in California trentun anni fa, ha già ampiamente dimostrato di essere un attore versatile e talentuoso, ma prima ancora ci aveva dimostrato di avere davvero la voce di un usignolo.

Ecco quindi che la sua performance di Gloria - la canzone di Gloria Branigan che ha vantato innumerevoli cover, fra cui quella italiana grazie a Umberto Tozzi - diventa l'occasione perfetta per ricordarci il motivo per cui abbiamo iniziato a seguire la sua carriera e unisce i suoi talenti, musica e recitazione.

Ascoltata anche nella colonna sonora de L'Assassinio di Gianni Versace, Gloria viene dedicata da Darren Criss proprio alla memoria dello stilista, che aprì il suo primo negozio quando l'interpretazione di Tozzi era il più grande successo musicale in Italia.

Con una versione cha ha reso sua, Darren Criss ha cantato in italiano, accompagnandosi al pianoforte.

E proprio l'Italia, che l'attore ha sempre indicato come uno dei suoi grandi amori in giro per il mondo, l'aveva ospitato in occasione delle riprese di Smitten! il film girato sulle Dolomiti nel 2016 e mai distribuito nelle sale.

Scritto e diretto da Barry Morrow, già sceneggiatore di Rain Man, il film (ecco il trailer sul sito di The Hollywood Reporter) sembra finalmente in procinto di uscire proprio grazie alla crescente popolarità di Criss, protagonista nel ruolo di un ragazzo rapito e tenuto prigioniero sulle montagne.

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.