FOX

Rabbia furiosa - Er canaro, l'altro Dogman è un b-movie splatter

di -

La favola dark di Garrone è un tenero ricordo: il Canaro della Magliana nel film di Sergio Stivaletti è figlio della cronaca nera romana anni '80.

Riccardo De Filippis è il canaro della Magliana Apocalypsis s.r.l.

2 condivisioni 0 commenti

Condividi

È la settimana dei dinosauri al cinema. Eppure, nonostante l'arrivo nelle sale di Jurassic World: Il regno distrutto, la belva è umana e ha il volto interamente ricoperto di sangue di Riccardo De Filippis, toelettatore di cani esasperato dai ripetuti soprusi di un aguzzino coatto.

Arriva al cinema Rabbia furiosa - Er canaro, la pellicola diretta da Sergio Stivaletti, maestro degli effetti speciali dell'horror made in Italy, ispirata ad uno dei crimini efferati della Roma anni '80: l'uccisione dell'ex pugile dilettantistico Giancarlo Ricci per mano di Pietro De Negri. Un fatto di cronaca che all'epoca fece assai scalpore per via della brutalità dell'omicidio (la vittima, sebbene alcune successive perizie abbiano in parte smentito i fatti, sarebbe stata seviziata selvaggiamente dal De Negri).

Sebbene il film sia stato promosso come una ricostruzione realistica e senza filtri della macabra vicenda a cui è ispirato, Rabbia furiosa - Er Canaro differisce da uno dei delitti più noti della Magliana in quanto è ambientato ai giorni nostri e i nomi dei personaggi, o addirittura alcune figure all'interno della pellicola, sono totalmente frutto della fantasia.

Le vicende raccontano di Fabio, piccolo delinquente di quartiere - da poco uscito di prigione dopo aver scontato una piccola condanna - costretto a subire le angherie e le violenze di Claudio, boss del Mandrione. Esasperato, deciderà un giorno di attuare la sua terribile vendetta dopo aver assunto una droga nuova sul mercato che trasforma l'uomo in un essere assetato di sangue.

Nei panni dei due protagonisti troviamo il Riccardo De Filippis della serie TV Romanzo Criminale ("Er vecchio Scrocchia me s'è fatto leone", direbbe qualcuno) e Virgilio Olivari, rispettivamente il mite toelettatore e il boss prepotente. Completano il resto del cast Romina Mondello (moglie del canaro), Romuald Klos, Rosario Petix, Ottaviano Dell'Acqua, Luis Molteni, Giovanni Lombardo Radice assieme a Gianni Franco (nel ruolo del commissario Ferri), Eugen Neagu, Marco Felli, Emanuele Marchetti e la piccola Eleonora Gentileschi (che presta il volto alla piccola Silvia). 

Il poster ufficiale del filmApocalypsis s.r.l.

La mossa der canaro

Rabbia Furiosa - Er  canaro è un'operazione completamente svincolata dal lavoro fatto dal "rivale" Garrone con Dogman. Pur trattando lo stesso materiale di partenza, infatti, il regista di Gomorra sconfina nel territorio della favola per raccontare una storia di amore e di riscatto bagnata da una meravigliosa poesia di fondo, facendo leva su un volto da Neorealismo qual è quello di Marcello Fonte, premiato a Cannes per la Migliore interpretazione.

Stivaletti, dal canto suo, si rifugia tra le mura del b-movie realizzando un film di mediocre fattura - sia per recitazione che per dinamicità di sceneggiatura - che però si esalta nella spettacolarizzazione della violenza, mostrando allo spettatore l'orrore in tutta la sua atrocità. Chi è alla ricerca di un prodotto artigianale in cui personaggi, dialoghi e storia sono solo meri pretesti agli incalzanti minuti conclusivi, non rimarrà certo deluso dalla pellicola splatter di Stivaletti che non lascia proprio nulla all'immaginazione.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.