FoxCrime  

La Signora in Giallo: 30 anni fa il debutto della serie in Italia

di -

È diventata un icona, conquistando il cuore di milioni di telespettatori in Italia e nel mondo. Trent'anni fa debuttava nel bel paese La Signora in Giallo, serie che raccontava le avventure della scrittrice e detective dilettante Jessica Fletcher.

1k condivisioni 0 commenti

Condividi

Era il 1 giugno 1988 quando nelle case degli italiani entrò, per la prima volta, Jessica Fletcher, ex insegnante di inglese in pensione, scrittrice di gialli e risolvi-omicidi. Murder, She Wrote, in italiano tradotto con La Signora in Giallo conquisto subito il cuore degli italiani (e non solo) diventando un vero e proprio cult per diverse generazioni.

La Signora in Giallo ebbe talmente tanto successo, non solo in Italia, da meritarsi 264 episodi divisi in dodici stagioni e quattro lungometraggi. Dopo la conclusione della serie, il personaggio di Jessica continua ad indagare grazie ad una serie di libri scritti da Donald Bain che firma i romanzi accanto al nome di Jessica Fletcher, i libri attualmente sono arrivati all'incredibile numero di 47, l'ultimo pubblicato proprio nel 2018 col titolo A Date with Murder.

La Signora in Giallo

Ideata da Peter S. Fischer, Richard Levinson e William Link, Murder She Wrote, viene prodotta dall CBS e mandata in onda dal 1984 a 1996. La Signora in Giallo narra le vicende di Jessica B, Fletcher, ex - insegnante d'inglese in pensione che dopo essere rimasta vedova diventa, quasi per caso, una scrittrice di gialli. Nonostante la fama, Jessica, vive una vita semplice nel paesino del Maine meglio conosciuto come Cabote Cove. Ogni puntata Jessica si ritrova a dover fare i conti con un omicidio che risveglia la curiosità (e la voglia di giustizia) della signora, in ogni episodio la protagonista si ritrova a collaborare con polizia e affini per risolvere l'intrigato crimine. La puntata prosegue sempre con l'arresto del sospettato numero uno, presunto omicida che però non convince Jessica, spingendola ad indagare e a smentire le tesi delle forze dell'ordine. 

Jessica BangCBS

Inizialmente, La Signora in Giallo, doveva essere una sorta di Miss Marple (personaggio nato dalla prolifica mente di Agatha Christie) in salsa americana, ma i possessori dei diritti del personaggio non rilasciarono i diritti, così venne creato il personaggio di Jessica Fletcher affidato all'attrice britannica Angela Lansbury. Nonostante il personaggio della Sig.ra Fletcher si differenzi molto da quello di Miss Marple alcuni tratti caratteristi (il piccolo paesino e la curiosità che spinge la protagonista) la ricordano molto da vicino, lo stesso nome originale della serie Murder, She Wrote, è ispirato al titolo di un film tratto dal romanzo Istantanea di un Delitto di Agatha Christie, il cui titolo era Murder, She Said, in Italia arrivato con Assassinio sul Treno.

I protagonisti

Oltre a Jessica Fletcher i protagonisti che incorrono più spesso nella serie sono diversi:

Amos Tupper, lo sceriffo di Cabote Cove, interpretato da Tom Bosley. Ama la pace e tranquillità, non si trova a suo agio tra assassini e omicidi, non ha problemi a farsi aiutare da Jessica, riconoscendo le sue ottime capacità investigative e deduttive. Lascerà la serie alla fine della quarta stagione. Seth Hazlitt (William Windom) è il medico di Cabote Cove, grande amico di Jessica viene spesso utilizzato come medico legare e aiuto della Fletcher durante le indagini. Persona burbera ma che nasconde un cuore d'oro, ottimo medico un po' all'antica. 

Seth, Jessica, MetzgerCBS

Mort Metzger (Ron Masak), sceriffo che sostituirà il buon Amos Tupper. Si trasferisce a Cabote Cove con la moglie Adele convinto di lasciarsi alle spalle i crimini di New York, si ritroverà in un paesino con il più alto tasso di mortalità di tutti gli Stati Uniti. Inizialmente mal sopporta le intromissioni della Sig.ra Fletcher, ma ben presto si renderà conto che è una valida detective. Grady Fletcher (Michael Horton), nipote di Jessica, è un ragazzo buono e gentile ma incredibilmente ingenuo, si ritrova suo malgrado ad essere puntualmente accusato di omicidio (chissà perché non ha mai pensato di non farsi trovare dalla zia in visita). 

La serie durante i suoi tanti anni ha potuto vantare la presenza di tantissimi attori poi diventati famosi, tra i più importanti ricordiamo: George Clooney, Joseph Gordon-Levitt, Marcia Cross e Courtney Cox

La Signora in Giallo: analisi di un episodio

La struttura di ogni singolo episodio de La Signora in Giallo è ricorrente e gli avvenimenti avvengono di solito in quest'ordine: 

Parte iniziale: Jessica arriva nel luogo in cui è ambientato l'episodio (ormai l'arrivo della Fletcher è anticipato da una sirena in stile attacco aereo). Vengono introdotti i personaggi, si tratta perlopiù di parenti o amici di Jessica (su cui incombe la spada di Damocle di una fine atroce), vengono caratterizzati e si scopre chi di loro potrebbe essere potenziale vittima o colpevole. Nella parte centrale dell'episodio avviene l'omicidio a cui seguono le indagini delle forze di polizia (incapaci di trovare anche una penna su una scrivania) che portano all'arresto del vecchio amico di Jessica, che verrà difeso dalla protagonista a spada tratta. Iniziano così le indagini della Sig.ra Fletcher che portano al vero sospettato, di solito l'intuizione le arriva parlando con uno degli altri protagonisti.

Risata fine puntataCBS

Nella parte finale Jessica si confronta con quello che si rivelerà essere l'omicida, inizialmente rifiuta le accuse ma poi le prove raccolte lo inducono a confessare, in molti casi l'assassino prova ad uccidere Jessica, omicidio sventato dal tempestivo intervento della polizia. L'episodio si conclude con i ringraziamenti del capro espiatorio iniziale e con la mitica "risata di fine puntata" della protagonista. 

Cabote Cove, un luogo di pace...eterna

Quando Jessica Fletcher non è in giro per il mondo ad uccid... ehm risolvere omicidi, si riposa nella sua villetta in stile vittoriano a Cabote Cove.

Inizialmente Cabote Cove era un paese tranquillo che si affacciava sul mare, composto da circa 3.650 abitanti, ma l'hobby di Jessica per gli omicidi ha portato morte e disperazione. Negli episodi abbiamo scoperto come chiunque arrivi nel "ridente" paesino del Maine si ritrovi ad essere ucciso e chiuso in carcere (Attualmente il tasso di criminalità è secondo solo a Gotham City), dei più di tremila abitanti iniziali la popolazione è scesa a circa quattro persone: Jessica, lo sceriffo Metzger, sua moglie Adele e il Dott. Hazlitt. 

Cabote Cove cartello CBS

Ma dove si trova Cabote Cove? Come sicuramente saprete Cabote Cove non esiste, molte delle scene sono state in California nella città di Mendocino, dove si trova anche il Blair House Inn che sarebbe la villa stile vittoriano che nella serie è l'abitazione della nostra Jessica Fletcher. Il New York Times ha fatto un interessante calcolo: stimando che la maggior parte degli omicidi avveniva proprio a Cabot Cove (per contratto la produzione era obbligata a girare cinque episodi a stagione proprio nel paesino) si è arrivati alla conclusione che circa il 2% della popolazione del paese del Maine sia stata uccisa nella serie

Jessica Fletcher: un mito mondiale

Con l'andare avanti degli episodi è stato assodato che la protagonista Jessica Fletcher è diventata un vero e proprio fenomeno culturale che ha attraversato diverse generazioni. Il suo ritrovarsi costantemente in mezzo ad omicidi ne ha alimentato il "mito" di iettatrice, una iettatrice, che però, tutto il mondo ama tanto che sul web i suoi meme e le sue gif sono le più scaricate ed utilizzate.

Come se non bastasse il merchandise della Signora in Giallo va a ruba nonostante la serie si sia ufficialmente conclusa negli anni 90. Tazze, t shirt, poster, libri, dvd e blu-ray vanno a ruba trasformando il personaggio interpretato da Angela Lansbury in un vero e proprio mito senza tempo.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.