FOX

Contagion: trama e il finale del film di Steven Soderbergh

di -

Contagion è un film del 2011 diretto da Steven Soderbergh e interpretato da Matt Damon, Jude Law, Bryan Cranston e Gwyneth Paltrow. Ecco la trama e il finale del film.

Matt Damon in Contagion Warner Bros.

71 condivisioni 0 commenti

Condividi

Presentato fuori concorso alla 68esima Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia nel 2011, Contagion è una pellicola diretta da Steven Soderbergh  che vede come protagonisti diversi attori internazionali del calibro di Marion CotillardMatt DamonLaurence FishburneJude Law, Gwyneth Paltrow, Kate Winslet e Bryan Cranston.

Prodotto con un consistente budget di 60 milioni di dollari, il film, distribuito in Italia da Warner Bros., ne ha incassati 175 al box office mondiale.

La trama di Contagion

La storia di Contagion comincia quando Beth Emhoff, dopo essere stata ad Hong Kong per affari, sviene a causa di quella che sembra una banale influenza. Portata subito in ospedale, la donna muore, poco dopo, a causa di una mattia sconosciuta che viene indicata con la sigla di virus CDP-1.

Nella ricerca di una possibile cura, il dottor Ellis Cheever, a capo del CDC, dà l'incarico alla dottoressa Ally Hextall di indagare sulle prime morti dovute al misterioso virus. Nel frattempo, la dottoressa Leonora Orantes viene inviata in un villaggio cinese alla ricerca del paziente zero, dove finiamo con lo scoprire che il ceppo iniziale della malattia si è diffuso a causa di un incrocio di virus tra pipistrello e maiale, nonché che il virus originario colpisce i polmoni e il sistema nervoso.

Una scena del film ContagionHDWarner Bros.
Una scena del film Contagion

Mentre la popolazione entra nel panico a causa del diffondersi del virus senza che siano approntati efficaci rimedi, un blogger senza scrupoli, Alan Krumwiede, decide di lucrare in merito alla situazione, accordandosi con un'azienda produttrice di un rimedio omeopatico, la forsizia, per far credere che il  preparato possa curare il virus. Fingendosi malato (e poi guarito tramite il preparato) riesce ad ottenere milioni di contatti per il proprio blog. Il virus, però, si diffonde nel mondo e continua a mietere milioni di vittime.

Cheever annuncia alla dottoressa Ally Hextall che la malattia è pericolosa e che il virus dovrà essere trattato con un livello di Biosicurezza 4. Nonostante ciò, il dottor Ian Sussman, bypassando l'ordine di Cheever, riesce a far riprodurre il virus in colture virali, per la ricerca di un vaccino.

Dopo diverse peripezie, si giunge alla realizzazione di un vaccino che si dimostra efficace. Le scorte, però, sono insufficienti alla somministrazione in contemporanea per tutti i pazienti e si decide, pertanto, di procedere all'estrazione per nascita dei cittadini in maniera tale da stabilire un ordine nell'assegnazione del vaccino stesso.

Il finale del film

Gli ultimi istanti di Contagion ci mostrano come è avvenuta la diffusione del virus e chi è il paziente zero che ha determinato, effettivamente, la trasmissione nel mondo della letale malattia.

Le immagini che scorrono nel video mostrano delle pale meccaniche dell'azienda per cui lavora Beth Emhoff, la donna che muore all'inizio della pellicola, che estirpano delle palme nella foresta vicino ad Hong Kong. Da queste piante volano via alcuni pipistrelli che si spostano così su un albero di banane.

Uno dei pipistrelli, mangiandone uno dei frutti, ne fa cadere un pezzo in un capannone dove si trovano dei maiali allevati. Il maiale mangia il pezzo di banana incriminato e, successivamente, viene ucciso e portato in un ristorante del centro della città asiatica dove viene trattato a mani nude dallo chef. Il cuoco, senza lavarsi le mani, venuto a contatto con la bocca del suino, stringerà le mani di Beth Emhoff, che si troverà in quel ristorante essendo ad Hong Kong per lavoro, facendola così diventare la paziente zero tanto ricercata dagli scienziati a caccia del vaccino per salvare il mondo.

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.