FoxCrime

Johnny Depp ubriaco e molesto sul set del suo nuovo film? Il regista lo difende

di -

Johnny Depp è stato accusato di avere quasi causato una rissa sul set del suo nuovo film, dopo avere fumato e bevuto tutto il giorno. Ma il regista minimizza.

Johnny Depp alla prima di Assassinio sull'Orient Express Getty Images

598 condivisioni 1 commento

Condividi

Salvate il soldato Johnny Depp.

Dopo il divorzio da Amber Heard senza esclusione di colpi (letteralmente), la causa milionaria contro gli ex manager, le dichiarazioni infelici e la denuncia delle guardie del corpo per mancati pagamenti e comportamenti scorretti, i guai per la star di Pirati dei Caraibi (purtroppo) continuano. Secondo l'ultimo poco lusinghiero resoconto, l'attore sarebbe stato ubriaco e molesto sul set del suo nuovo film e avrebbe sfiorato la rissa con un un membro della troupe.

A riportare la notizia è PageSix, che ha ottenuto informazioni dettagliate sui fatti grazie alla testimonianza di un non meglio precisato "insider". Attualmente, Johnny è impegnato nella realizzazione di LAbyrinth, un thriller d'inchiesta sulle morti di Tupac Shakur e The Notorious B.I.G., in cui interpreta il detective che ha indagato sui due omicidi, Russell Poole. Ma a quanto pare, l'atmosfera sul set non è delle migliori. 

Johnny Depp al Glastonbury FestivalHDGetty Images
Ancora guai per Johnny Depp: l'attore ha sfiorato la rissa sul set del suo nuovo film

La tensione sarebbe esplosa quando l'attore ha preso il controllo di una scena in cui erano coinvolti due suoi amici nei ruoli di un poliziotto e di un senzatetto:

Gli amici di Johnny erano sul set e la situazione è sfuggita di mano.

Per realizzare la sequenza, la produzione ha avuto il via libera dall'amministrazione di Los Angeles a chiudere temporaneamente al pubblico una strada nel centro della città. Ma quando il permesso è scaduto, Johnny non ha voluto smettere di girare. Dopo vari tentativi andati a vuoto di risolvere la situazione, il responsabile della location ha informato il regista, Brad Furman, che la scena doveva essere conclusa. La risposta del filmmaker è stata spiazzante:

Dillo a Johnny Depp!

Il manager della produzione non se l'è fatto ripetere, è andato dall'attore e gli ha detto che quella che stava facendo era l'ultima ripresa. Ma Johnny non l'ha presa bene. Stando alla ricostruzione di Page Six, dopo avere trascorso "tutto il giorno sul set a bere e a fumare", l'attore si è scagliato contro l'uomo:

Gli stava a 15 centimetri e gridava: 'Chi sei? Non hai il diritto!'.

Quando il responsabile della location ha risposto che stava solo facendo il suo lavoro, la star di Pirati dei Caraibi ha perso il controllo e ha provato a colpirlo con un pugno nelle costole. Ma il colpo era debole e (fortunamente) è andato a vuoto. Però Johnny non si è fermato e ha "sfidato" il rivale a rispondergli:

Ti darò 100mila dollari se mi dai un pugno qui e ora!

Il manager della produzione non ha reagito e l'attore è stato allontanato senza (ulteriori) conseguenze.

Per il momento, il portavoce di Johnny non ha commentato l'accaduto. Invece a parlare è stato Brad Furman, che ha difeso la star. Il regista ha diffuso una nota ufficiale, in cui ha dichiarato che l'incidente è stato esagerato dai media:

Johnny Depp è un professionista impeccabile, un grande collega e un sostenitore degli altri artisti. Tratta sempre i membri della troupe e le persone che lavorano con lui con il massimo rispetto. Girare un film può essere stressante e spesso si tende a esagerare fatti di poca importanza. A tutti noi piacciono le storie, ma qui non ce n'è nessuna.

Tuttavia, il fronte dell'incendio intorno a Johnny Depp avanza ogni giorno e la sensazione è che l'acqua gettata da Brad Furman serva a ben poco...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.