FoxCrime

Roman Polanski e Bill Cosby espulsi dall'Academy dopo gli scandali

di -

L'Academy ha espulso Bill Cosby e Roman Polanski: l'avvocato del regista polacco promette battaglia e vuole un incontro con il consiglio dell'organizzazione.

Roman Polanski e Bill Cosby Rex/Shutterstock

70 condivisioni 1 commento

Condividi

Bill Cosby e Roman Polanski non fanno più parte dell’Academy Of Motion Pictures Arts and Sciences, l’importante organizzazione responsabile dei Premi Oscar. A prendere la decisione sono stati i membri dell’Academy riunitesi in assemblea martedì 1 maggio 2018.

Il provvedimento è il frutto di un nuovo regolamento adottato in gennaio dopo il caso Harvey Weinstein e la nascita del movimento #MeToo. Si tratta infatti della seconda espulsione, dopo quella avvenuta lo scorso ottobre nei confronti del produttore della Miramax.

L’Academy ha diffuso una nota per motivare la propria decisione:

Il consiglio dell’Academy Of Motion Pictures Arts and Sciences si è riunito martedì sera (1 maggio) e ha votato per espellere l’attore Bill Cosby e il regista Roman Polanski in conformità con i nuovi standard di condotta dell’Organizzazione. Il Consiglio continua a incoraggiare standard etici che richiedono ai membri di sostenere i valori di rispetto della dignità umana dell’Academy.

La vicenda Bill Cosby

L’Academy è stata indotta a accelerare i tempi dopo il verdetto che inchioda Bill Cosby per molestie ai danni di Andrea Constad. L’attore è stato riconosciuto colpevole di tre capi di imputazione e sta subendo le conseguenze della sua condotta.

L’Academy non è l’unica istituzione americana che ha preso le distanze da Cosby. L’Università di Yale ha revocato la laurea ad honorem concessagli nel 2003. Nei 317 anni di storia di questa prestigiosa università non era mai accaduta una cosa del genere, resa indispensabile dopo l'esito del processo. Il comunicato di Yale chiarisce comunque che non erano a conoscenza della condotta dell’attore all’epoca della cerimonia di assegnazione della laurea.

Bill Cosby con il suo avvocato in tribunaleHDGetty Images

Hanno adottato la stessa misura anche alla Temple University, l’istituzione universitaria presso cui è impiegata la donna che ha accusato Cosby di violenza sessuale. Intorno all’attore si sta facendo davvero il vuoto, perché anche la Television Academy, promotrice degli Emmy, ha eliminato il suo nome dalla lista della sua Hall of Fame e ha fatto rimuovere la sua statua dall’Academy’s Hall of Fame Plaza.

La reazione di Roman Polanski

La vicenda di Polanski è molto più complessa dal punto di vista giudiziario rispetto a quella di Cosby. Sull’attore pendono diverse accuse di molestie, inclusa quella avvenuta nel 1977 ai danni dell’adolescente Samantha Geimer. Per evitare la prigione, il regista fuggì dal suolo americano e non è rientrato neppure in occasione della consegna dell’Oscar per film Il pianista, avvenuta nel 2003. È proprio questa una delle storture nel comportamento dell’Academy. All’epoca dell’assegnazione dell’Oscar, infatti, Polanski era già sotto accusa per molestie e la statuetta fu ritirata per suo conto da Harrison Ford.

In realtà, la Geimer ha perdonato pubblicamente il regista. Secondo Vanity Fair, è stata anche raggiunta dai giornalisti subito dopo l’espulsione e l’ha definita crudele.

Samantha Geimer, vittima di Roman PolanskiHDGetty Images
Samantha Geimer

Harland Braun, avvocato del regista, sostiene che l’Academy non abbia seguito le sue stesse regole perché avrebbe dovuto concedere 10 giorni di tempo all’accusato per organizzare la sua difesa.

È scioccante che siano così ingiusti. Cercheremo di sederci con l’Academy e dire Ehi, ragazzi, seguite le regole.

Dopo il cambio di rotta avvenuto in gennaio, il C.E.O. dell’Academy aveva dichiarato che non si sarebbero trasformati in un organo investigativo. L’intento era semplicemente quello di dare il giusto peso alle segnalazioni, facendole seguire da una metodica analisi dei fatti. Per il momento, nessun membro dell’Academy ha commentato le dichiarazioni dell’avvocato di Polanski.

E voi cosa ne pensate? L’espulsione è stata la decisione più giusta?

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.