FoxCrime  

Il mio Gianni Versace: il ricordo di Giusi Ferré

di -

Abbiamo incontrato la giornalista di moda Giusi Ferré per ricordare la figura di Gianni Versace. Per Giusi, Gianni è stato uno stilista che ha rivoluzionato il concetto di moda, ma soprattutto un amico speciale

739 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ogni volta che divi, cantanti e persino politici calpestano un Red Carpet o escono per una passeggiata nei dintorni delle loro dimore, sanno bene che potrebbero scivolare da un momento all'altro su una Buccia di Banana, la storica rubrica della simpaticissima (ma inflessibile) Giusi Ferré.

Abbiamo incontrato la celebre giornalista di Moda nella sua casa di Milano, una tappa obbligata nel nostro viaggio dei ricordi dedicato a Gianni Versace che abbiamo deciso di intraprendere in occasione dell'arrivo su FoxCrime di American Crime Story.

Di Gianni, Giusi era soprattutto un'amica, prima ancora di una giornalista che per anni ha raccontato la sua Moda sulle pagine di Epoca e poi del Corriere. Fu proprio lei nel 1979 ad intuire che un giovane talento di nome Gianni Versace sarebbe stato uno dei protagonisti del decennio a venire insieme ad altri nomi leggendari come Giorgio Armani o Gianfranco Ferré.

Durante il nostro incontro, abbiamo cercato con Giusi Ferré di comprendere l'essenza dello stile di Gianni Versace e la sua importanza nella storia della moda italiana. Versace era un uomo che rappresentava perfettamente l'elemento dionisiaco, perchè aveva la forza di superare l'idea dell'autocontrollo a tutti i costi, e quello che per altri stilisti rappresentava un limite con Gianni si trasformava in un grande impulso creativo. Aveva il coraggio di rinnovarsi completamente ogni volta, e la capacità di portare sempre qualcosa di nuovo nella moda.

Voleva che le donne e gli uomini facessero voltare la gente appena entravano in una stanza.

Giusi ricorda l'eccitazione delle sue sfilate. La fama di Gianni Versace era paragonabile solo a quella tipica delle Rock Star, per cui ogni sua sfilata era uno show incredibile: le Top Model più belle del mondo, luci appositamente studiate per l'occasione e musiche composte dai più grandi artisti internazionali rendevano l'atmosfera delle sfilate Versace unica e incredibilmente glamour.

La sua Moda è ancora oggi la più copiata in assoluto, ma non basta fare vestiti da sera con lo spacco per diventare gli eredi di Gianni Versace. Secondo me, eredi non ce ne sono.

Indimenticabili le uscite in passerella di Naomi Campbell, Claudia Schiffer e Cindy Crawford, alcune delle Top Model che Gianni ha trasformato in vere e proprie Star

Nello stesso tempo, nella vita di tutti i giorni Gianni Versace era una persona tranquillissima, capace di organizzare party incredibili ma che amava passare serata in casa con gli amici più stretti o con il suo compagno Antonio D'Amico. La sua morte improvvisa e violenta è stato un colpo al cuore anche per Giusi Ferré

Di certo la sua scomparsa ha insegnato a tutti noi del settore quanto sia facile perdere un amico

L'Assassinio di Gianni Versace verrà narrato nella Serie TV di Ryan Murphy a partire dal 19 gennaio in esclusiva su FoxCrime.

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.